Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Giuliano Brenna
Il confine invisibile

Sei nella sezione Commenti
 

 Francesco - 05/08/2011 17:17:00 [ leggi altri commenti di Francesco » ]

una scrittura agile, e una prosa scorrevole che ti prende con le sue descrizioni poetiche. poi un finale che non ti aspetti.
grande scrittura e uno scrittore sconosciuto che dovrebbe avere più spazio nei media ma si sa, la buona letteratura non fa scopa con gli incassi e le vendite... peccato

 Franca Alaimo - 26/11/2010 18:57:00 [ leggi altri commenti di Franca Alaimo » ]

E’ una bella scheda critica, dalla lettura della quale evinco un modo di narrare piuttosto trascurato dai romamzieri contemporanei: cioè l’attenzione profonda verso il mondo psichico dei protagonisti.
E’ difficile trovare infatti dei romanzi contemporanei in cui i personaggi siano resi con intensità; spesso si tratta di figure scialbe e superficiali che agiscono all’interno di una trama magari affastellata di cose ed azioni, e però povera. L’ascolto del cuore sembra, infatti, una cosa sorpassata. E’ il segno di questi tempi volti alle cose ed alla loro superficie. Ben venga, allora, questa attenzione all’uomo, alla sua vastità e complessità. Solo misurandosi con queste verità, il lettore può crescere; almeno questo è quello che io penso, io che ho fame di profondità.
Complimenti all’autore de IL confine invisibile e a Giuliano Brenna che l’ha proposto ai visitatori di La Recherche.