Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Quin
οὐκέτι ἤξω πρὸς σέ, οὐκέτι ἤξω

Sei nella sezione Commenti
 

 Quin - 05/08/2020 23:44:00 [ leggi altri commenti di Quin » ]

Ciao Rosa Maria, grazie del commento. Le stelle appartengono per me al campo semantico del desiderio (de-sidera) - o viceversa, piuttosto. Quindi che ad altri appartenga il desiderio, non pi allo scrivente, mi sembra lasci poco spazio alla speranza. Ma sono pur contento che tu ce ne trovi; forse pi tua che non del mio modesto sonetto. Quanto al titolo in greco tradotto dal titolo italiano ed parte del frammento di Saffo (Voigt 114) che in una traduzione copiata recita: "Verginit, verginit, perch mi lasci? Dove vai? Non verr pi da te, non verr mai!"
Buon lavoro Q

 Rosa Maria Cantatore - 31/07/2020 12:13:00 [ leggi altri commenti di Rosa Maria Cantatore » ]

questo non vedere le stelle che, pure, riempiono il cielo- un cielo "altro", forse- un pensiero che d angoscia e speranza, al tempo stesso.
Stupenda poesia.


P. S. Il titolo in greco forse una citazione?