:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio Il Giardino di Babuk - Proust en Italie - VIII edizione 2022
invia la tua opera in concorso (Poesia e Racconto breve)
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Rosetta Sacchi
Spesso il freddo imperversa

Sei nella sezione Commenti
 

 Dedalus - 23/11/2021 21:01:00 [ leggi altri commenti di Dedalus » ]

Questa una lirica che riesce a coinvolgermi emotivamente in modo intenso facendo riemergere dalle mie memorie momenti difficili. Questo il compito della poesia, giungere come un messenger e risvegliare nel lettore emozioni e sentimenti. Leggendo "Spesso il pensiero ghiaccio sulle vie", sembra di sentirlo dentro le nostre ossa quel ghiaccio sulle vie, e di immedesimarci in quei "rami nudi in attesa di germogli" mentre si assiste alla partenza d’un treno che porta via le nostre vite. Ho detto vite non a caso perch un treno che parte sempre il simbolo di qualcosa di noi perso, che se ne va e che per noi assenza, mancanza, qualcosa o qualcuno che non rivedremo mai pi. E su tutto ci lo sfondo d’un silenzio glaciale rotto solo da qualche monosillabo unico sollievo in momenti di tristezza assoluta. Bellissima scrittura che in poche parole riesce a suscitare emozioni intense.