:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Silvia Rizzo
La poesia �� una fiamma che accende altra poesia.

Sei nella sezione Commenti
 

 elisa - 29/01/2014 20:56:00 [ leggi altri commenti di elisa » ]

Sono finita per caso tra le righe dei tuoi scritti che mi hanno molto toccato.
Chiss quante piccole luci avrai acceso nel tempo..magari a tua insaputa.

E’ bello ci siano persone che insegnano conservando il loro primigenio "amore per la parola".
Rubo parole altrui e ti ringrazio cos, restando in metafora:



"Il bambino non un vaso da riempire, ma un fuoco da accendere."

Franois Rabelais

 Silvia Rizzo - 27/01/2011 20:10:00 [ leggi altri commenti di Silvia Rizzo » ]

Cara Loredana,
laforisma si pu interpretare anche in questo senso, ma io pensavo ad altro, e precisamente ai famosi versi di Dante per Virgilio tu sei lo mio maestro e lo mio autore, / tu se’ solo colui da cui io tolsi / lo bello stilo che mha fatto onore. Oppure (sempre Dante): Poca favilla gran fiamma seconda. / Forse di retro a me con miglior voci / si pregher perch Cirra risponda. Un amico poeta (Alessandro Fo) una volta mi disse che nella vita di un poeta c sempre una lettura determinante (come Virgilio per Dante). Inoltre il poeta sempre immerso in un dialogo e in un insieme di azioni e reazioni con altri testi poetici, un flusso di tradizione letteraria. In questo senso la poesia accende altra poesia (poca favilla gran fiamma seconda, diceva Dante, a intendere che a volte basta anche poesia modesta a spronare altri a far meglio).

 Loredana Savelli - 26/01/2011 15:46:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

E’ vero! Chi la sente, arde.