Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
BUONA ESTATE
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Roberto Maggiani
A proposito delle fregole per la pubblicazione

Sei nella sezione Commenti
 

 Franca Colozzo - 25/05/2020 00:40:00 [ leggi altri commenti di Franca Colozzo » ]

Caro Roberto, anch’io condivido la tua passione per il mare sulla cui riva, riversa su un remoto scoglio (oggi più che mai valido dato il distanziamento sociale), scrivo o meglio scrivevo.
Delle sardine ho perso traccia come dei sogni in balia dei venti alla deriva. In fondo scriviamo per nutrire la nostra anima insofferente, oggi più che mai, a causa della pandemia. Speriamo dunque in un miracolo: che nessun parli più del Coronavirus o COVID-19, che dir si voglia! Buonanotte.

 cristina bizzarri - 24/05/2020 08:32:00 [ leggi altri commenti di cristina bizzarri » ]

Un’esortazione a ogni "prigioniero", che dovrebbe e potrebbe seguire, con un po’ di autocritica e di onestà intellettuale, l’esempio dei pur tardivi tonni e merluzzi ... Bella!
:-)

 Arcangelo Galante - 24/05/2020 07:35:00 [ leggi altri commenti di Arcangelo Galante » ]

Il testo rivela proprio quella smaniosa fretta di mostrare pubblicazioni, nate da un battito di ciglia, che rappresenta proprio l’inaspettato arrivo di ogni genere ittico, pescato in una distesa d’acqua di variegate emozioni, descritte metaforicamente dall’autore.
E se la fretta genera l’errore in ogni cosa, il mare diviene un inutile spazio, ove persino “i tonni e i merluzzi, hanno capito che non ci sono sardine” da mangiare.
E purtroppo, pare un vero spreco continuare a nuotare in acque che resteranno uguali, poiché imprigionato avranno, i “soliti” pesci.
Testo dalle riflessioni condivise!

 Loredana Savelli - 23/05/2020 00:31:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

Originale.
Il prigioniero è lo stesso mare.