:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
🖋 Premio Il Giardino di Babuk - Proust en Italie - VIII edizione 2022
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Vincenzo Corsaro
Quando soffia il vento

Sei nella sezione Commenti
 

 Vincenzo Corsaro - 26/11/2021 19:50:00 [ leggi altri commenti di Vincenzo Corsaro » ]

Grazie a te per il commento, è attraverso il buio che si raggiunge la luce e spero proprio che questo "buio" illumini il cuore e l’anima di quelle persone che hanno perso qualsiasi speranza, che poi la speranza è la fiamma che tiene accesa la nostra vita. Un caro saluto e una buona serata :)

 Salvatore Pizzo - 26/11/2021 03:42:00 [ leggi altri commenti di Salvatore Pizzo » ]

Visionaria quanto basta per dipingere un quadro vivo e che, di volta in volta, muore: giusto "quando soffia il vento nell’ora
più buia". È un vento che spazza, che sconvolge, le dune della storia, riposizionandole lì dove il nuovo ancora non si vede, ma già si indovina.
Un grazie con un caro saluto che ti sia da augurio per un nuovo giorno sereno.

 Vincenzo Corsaro - 23/11/2021 00:20:00 [ leggi altri commenti di Vincenzo Corsaro » ]

Fondamentalmente è un monito per far capire ciò a cui potremmo andare incontro se si continua a vivere senza morale e amore per gli altri. Sicuramente andando avanti negli anni si cambia, ma non necessariamente in peggio, credo che persone come noi possano solo arricchire il proprio animo e dare qualcosa in più agli altri. Poi un pò di prudenza nella vita non guasta mai. Grazie per il tuo bel commento, una serena buonanotte Grazia :)

 Graced - 22/11/2021 21:27:00 [ leggi altri commenti di Graced » ]

Spero sia immaginifica questa lirica, caro Vincenzo. Già non siamo sicuri di camminare tranquilli per le nostre strade, a volte s’insinua la paura che incombe su noi qualche pericolo. Anni fa io non nelle sere d’estate. un giretto vicino casa. Ora non lo farei più per tanti motivi, innanzi tutto per paura di uscire dal mio nido. Forse, andando avanti con gli anni si cambia carattere e si diventa meno coraggiosi. Comunque i tuoi versi richiamano insiti timori. Complimenti per la lirica ed un caro saluto di serena serata. Grazia.