:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk" VII Edizione 2021: intervista a Raffaela Fazio
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Laura Turra
Appunto minimo

Sei nella sezione Commenti
 

 Laura Turra - 12/07/2018 16:17:00 [ leggi altri commenti di Laura Turra » ]

Ti ringrazio, Rita, per l’apprezzamento. Un carissimo saluto

 Rita Stanzione - 12/07/2018 16:14:00 [ leggi altri commenti di Rita Stanzione » ]

Testo elegante, che dice l’essenziale, di un vasto luogo di mancanza eppure incontro. Mi complimento con te.
Un caro saluto.

 Laura Turra - 11/07/2018 15:55:00 [ leggi altri commenti di Laura Turra » ]

Gil, è bellissimo, nel tuo commento, quell’incontro tra lo sguardo e la sua radice luminosa, sempre cercata, sempre attesa. Ti abbraccio forte anch’io, con immensa gratitudine.

 Gil - 11/07/2018 15:33:00 [ leggi altri commenti di Gil » ]

C’è una nascosta bellezza del silenzio, simile alla bellezza di uno sguardo - con te, Laura, non possiamo non ritornare a quel "e guardatolo lo amò" -, perché potremmo dire che è nello sguardo il riconosciamo della bellezza anche dentro il disfacimento delle rose e dentro un cielo senza l’azzurro; ed è così che uno sguardo innamorato oltrepassa la bellezza del silenzio ed incontra la sua radice luminosa nello scava della mancanza, ruminata nel deserto d’assenza come un pane buono di preghiera.

Ti abbraccio forte

 Laura Turra - 11/07/2018 15:27:00 [ leggi altri commenti di Laura Turra » ]

Sempre grazie, Giovanni, per il tuo ascolto attento.
Un abbraccio

 Giovanni Rossato - 11/07/2018 15:08:00 [ leggi altri commenti di Giovanni Rossato » ]

Silenzio, sguardo, pensiero mai trascurato, mancanza.
Cosa dire? Essenziale ma profondissima come la vita.

 Laura Turra - 11/07/2018 14:40:00 [ leggi altri commenti di Laura Turra » ]

Rosa, Loredana, grazie infinite del vostro apprezzamento e della vostra benevolenza. Un abbraccio a entrambe

 Loredana Savelli - 11/07/2018 14:27:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

Che bella!!

 Rosa Maria Cantatore - 11/07/2018 14:23:00 [ leggi altri commenti di Rosa Maria Cantatore » ]

quando i versi di un poeta si riconoscono- si riconoscerebbero fra decine di altri- anche senza sapere prima che l’autore è lui (è lei)...
... be’, allora vuol dire che è poesia vera.

Mi succede con i tuoi versi, Laura :)

 Laura Turra - 11/07/2018 13:16:00 [ leggi altri commenti di Laura Turra » ]

Fausto, ti ringrazio per il tuo commento e per questa risposta così aperta e sincera. Se vorrai, quando vorrai (o potrai) scrivere ancora io ti leggerò, ti lascerò sempre un segno della mia condivisione.
Un caro abbraccio

 Fausto Torre - 11/07/2018 13:01:00 [ leggi altri commenti di Fausto Torre » ]

scusami: qualcosa che va studiat-O-
Odio gli errori quando e dove me ne accorgo. Peccato che qui non si possano correggere

 Fausto Torre - 11/07/2018 12:58:00 [ leggi altri commenti di Fausto Torre » ]

nello sguardo possono scriversi tutte le parole di tutte le lingue; pensa un po’che vantaggio.
Così tu in due frasi hai descritto l’oggetto osservato dal poeta; l’oggetto stesso diventa poetico, assume i connotati del pensiero momentaneo del poeta, l’istante del poeta, o ne influenza l’inclinazione, o entrambe le cose.

Ti rispondo qui, cara Laura, sulla mia assenza. Sono sempre più assenteista, nella vita come nella virtualità. Mi sono legato ad alcune cose che hanno finito per rinforzare la mia tendenza alla riservatezza, al ritiro, al distacco: studio sempre qualcosa per il semplice fatto che va studiata. Sono malanni di cui ho sempre sofferto, ma ora sono ancora più marcati. Ho fatto molte volte l’esperienza di frequentare siti con un atteggiamento da saltimbanco. Disturbando qua e là con i miei interventi in maccheronico sperando di non offendere nessuno, al contrario di stimolare una reazione che servisse alla ricerca della verità. Ma però ho imparato che la verità non esiste; ci sto molto meglio: tutto è solo immaginazione.