:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Laura Turra
Qui ha piovuto

Sei nella sezione Commenti
 

 Laura Turra - 28/07/2018 13:26:00 [ leggi altri commenti di Laura Turra » ]

Alessandra, cara, ti ringrazio della visita. Un abbraccio

 Alessandra Ponticelli Conti - 28/07/2018 13:08:00 [ leggi altri commenti di Alessandra Ponticelli Conti » ]

Una poesia che arriva diritta al cuore.
Ciao, Laura carissima

 Laura Turra - 28/07/2018 11:41:00 [ leggi altri commenti di Laura Turra » ]

Grazie, Alberto, sempre gradite le tue parole. Un saluto e a presto

 Alberto Becca - 28/07/2018 11:08:00 [ leggi altri commenti di Alberto Becca » ]

E’ una vita bi-fronte (come Giano ?) quella che si prospetta nel testo: la pioggia e la non-pioggia, il pensiero e il non-pensiero, l’ immaginazione e la non-immaginazione, l’ amore e il non-amore. Una vita a luci ed ombre (come quella che tutti siamo chiamati a vivere) ove le ombre sono assai piu’ numerose delle luci, ove il sole è sempre piu’ raro e la pioggia, la nebbia, il buio (atmosferico e delle coscenze) è dominante. Una vita che si puo’ solo immaginare diversa, piu’ umana...

 Laura Turra - 27/07/2018 19:39:00 [ leggi altri commenti di Laura Turra » ]

Grazie, cara Loredana!

 Loredana Savelli - 27/07/2018 19:30:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

Molto efficace.

 Laura Turra - 27/07/2018 19:14:00 [ leggi altri commenti di Laura Turra » ]

Caro Gil, caro Giovanni, un abbraccio grato.

 Giovanni Rossato - 27/07/2018 10:56:00 [ leggi altri commenti di Giovanni Rossato » ]

Piccola e bella, complimenti.

 Gil - 27/07/2018 07:07:00 [ leggi altri commenti di Gil » ]

Piccolo gioiello di poesia.
Sembra un’iniziale malinconia, quel dire di un breve tempo di pioggia - un’ora, tanto netto il contorno dell’anima per quell’averne presto smarrito le tracce, una pioggia forse attesa, il desiderio di un segno esteriore di una commozione interiore, nell’estate alta forse il simbolo di un ritorno alle stagioni del raccoglimento interiore, dell’attesa ovvero di un momento di rigenerazione interiore, la pioggia estiva come cesura -, forse proprio perché la pioggia ci obbliga a rimanere chiusi in casa, dietro i vetri di una finestra chiusa, allora più immediato è il pensiero verso chi ci è caro al cuore, nel ricordo del passato o nel presente di un affetto, lascia affiorare il contrasto tra un "ruminare" interiore di un nome, di un volto e il disamore della dimenticanza voluta, scelta, quel non pensiero. Immensa è la chiusa, una definizione meravigliosa dell’anelito del cuore, che cerca di "vedere" la persona cara, che sia ormai tra i ricordi più belli e amati o un volto dell’,oggi, ma trova solo il cielo, prefigurazione di un’immensità che lascia di sparire ogni dettaglio, quasi a confinare una possibilità nell’impossibile, allora soccorre il cuore il desiderio, quel null’altro non posso se non immaginarti; e questo non è altro se non un puro grande gesto d’amore.

Molto molto bella

Ti abbraccio