Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia proustiana 2020: Quarantena a Combray [invito a partecipare]
LaRecherche.it sostiene "la via immortale", da un’idea di Lello Agretti
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Laura Turra
Innaffio i fiori

Sei nella sezione Commenti
 

 Laura Turra - 27/03/2020 19:08:00 [ leggi altri commenti di Laura Turra » ]

Ti ringrazio, Arcangelo. Un commento, il tuo, che ha colto la mia attenzione a quei gesti minimi eppure così consolanti in questo periodo di fatica per tutti. Un caro saluto

 Arcangelo Galante - 27/03/2020 18:05:00 [ leggi altri commenti di Arcangelo Galante » ]

Anche i piccoli gesti quotidiani possono essere d’aiuto a superare momenti bui e angoscianti, come quelli attuali.
Innaffiare i fiori, ad esempio, significa voler aiutare la vita a proseguire, perché, così facendo, nuova linfa può contribuire a risvegliare, non solo la natura, ma tutto ciò che è parte di essa, ivi compresi gli esseri umani.
Molto significativa l’espressione usata dall’autrice nel definire “le case strette, vicine che s’appoggiano l’una all’altra quasi a dire il modo di stare”: una sorta di invito a rimanere vicini, magari anche solo con il pensiero e non fisicamente, agli affetti più cari, anche aiutando chi non ne ha.
Quel che vorremmo non sarà forse quel che potremo, ma se ognuno, nel suo piccolo, riuscisse a compiere una piccola buona azione, forse, tanti nuovi germogli potrebbero spuntare!
Un fiorito saluto primaverile a te, gentile Laura.