LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di Maura Potì
Ipocondria malata

- Se sei un utente registrato il tuo commento sarà subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sarà letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sarà inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo più veloce per commentare è quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, è possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, è possibile che tu abbia già impostato tale servizio: [ autenticati ]
Molteplici pulsioni
silenti e sordide
albergano come virus
nelle fibre della mia pancia.
Troppe le medicine assunte
per contrastare le infezioni.
L’ipocondria,
malata di euforia,
reclama antichi untori
e fruga tra asettiche ferite,
nuovi possibili focolai.
E’ un tempio di purezza
questo mio corpo edificato
su ferree regole di rinuncia
alle contaminazioni,
di difesa dal contagio.
Restano solo le cicatrici,
nette o slabbrate,
e saranno bisturi
di precisione a incidere
là dove il sangue,
sgorgando a grumi,
nel lento diluire,
genererà un’epidemia.

 maura potì - 22/01/2010 09:07:00 [ leggi altri commenti di maura potì » ]

Si, Roberto, è proprio così! Grazie

 Roberto Perrino - 22/01/2010 07:55:00 [ leggi altri commenti di Roberto Perrino » ]

Un pezzo forte, espressivamente intenso, emotivo. La corporeità del sentimento. Fa paura, ma ci attira ineluttabilmente, come sempre fa l’abisso del nostro essere. "E il naufragar m’è dolce in questo mare"

 maura potì - 20/01/2010 21:32:00 [ leggi altri commenti di maura potì » ]

Un abbraccio, Fiammetta, e grazie a te!

 Fiammetta Lucattini - 20/01/2010 20:29:00 [ leggi altri commenti di Fiammetta Lucattini » ]

Carissima ammalata, se componi così stupendamente quando ogni tua fibra soffre, chissà cosa combinerai al meglio della tua forma? Grazie.

 Maria Musik - 20/01/2010 20:11:00 [ leggi altri commenti di Maria Musik » ]

E perchè no? Già lo faccio anche se non pubblico, per scelta, i testi troppo espliciti. Ben venga Eros se aiuta ad abbandonare inutili cilici ed a liberare energie vitali represse. Se vissuto con feticismo è una rovina, nella serenità e nella verità una benedizione.

 Maura Potì - 20/01/2010 19:46:00 [ leggi altri commenti di Maura Potì » ]

Eheheh, se il contagio si propaga qui...scriveremo tutti di eros tra un pò...

 Maria Musik - 20/01/2010 19:36:00 [ leggi altri commenti di Maria Musik » ]

Allora che aspetti: ammalati e contagiaci tutti. Anzi, a dirla tutta, già ci hai contagiato. Untrice benefica, direi!

 Maura Potì - 20/01/2010 19:34:00 [ leggi altri commenti di Maura Potì » ]

Maria e Loredana ( non so come mai ho letto i vostri commenti dopo aver rivolto una domanda ad Emanuele )...si, la malattia a cui anelo è salvifica e quindi "pacifica".
Grazie ad entrambe

 Loredana Savelli - 20/01/2010 19:31:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

E’ un testo dal contenuto drammatico. Sangue, infezioni, ferite, cicatrici: la "malattia", ha detto qualcuno, è il modo che usa il corpo per farsi ascoltare. Se così fosse, bisognerebbe trovare un modo per rispondergli. L’auspicata epidemia potrebbe essere uno di questi modi? Credo che tu alluda ad un contagio pacifico, una malattia che in realtà guarisca i "veri" malati.

 Maria Musik - 20/01/2010 19:31:00 [ leggi altri commenti di Maria Musik » ]

Mi hai riportata ad un periodo della mia vita dominato dal panico. Grazie a Dio si guarisce ance se, è vero, occorre il bisturi!

 Maura Potì - 20/01/2010 19:31:00 [ leggi altri commenti di Maura Potì » ]

Grazie! ma sei Emanuele Di marco? ce ne sono due su questo sito...

 Emanuele - 20/01/2010 19:21:00 [ leggi altri commenti di Emanuele » ]

bellissima! grazie.

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verrà data la possibilità all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignità dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sarà tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potrà essere anche negativo ma non dovrà entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno può sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sarà memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potrà essere messo a disposizione dell'autorità giudiziaria.