LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di Angela Venditti
I catasti della provincia dell���Aquila

- Se sei un utente registrato il tuo commento sar subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sar letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sar inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo pi veloce per commentare quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, possibile che tu abbia gi impostato tale servizio: [ autenticati ]

I Catasti della Provincia dell'Aquila

 

Quello che qui leggerete è l’elenco dei Comuni che hanno dato nome ad un Catasto.


La 'Riforma', se così la possiamo definire, che ha bandito Carlo III di Borbone, nel 1740, non era del tutto originale.


I Catasti Onciari, venuti a formarsi, hanno assegnato un nome, a loro volta, ad alcuni Catasti già esistenti che ancora non erano stati ben identificati. Essi si vennero a chiamare Catasti Preonciari.


A redigere un primo elenco di nomi, animali, case, confini, proprietà, chiese, vergini, vedove, furono, tra gli attuali paesi della Valle Roveto, quelli di Roccavivi, datato 1721, e quello di Rendinara, del quale non disponiamo nè la data di formazione, nè altre notizie.


Dal Catasto di Rocca de Vivi si evince che fu redatto poiché si era servito sino a quel momento di una copia in tutto 'lacerata' estratta da un altro Antico Catasto. Esso fu redatto, da nome ignoto, con la direzione del Magnifico Pauolo ... e dei Deputati Giovanni de Paolis, del Barone di Francesco Antonio e del Barone di Francesco ..., formato senza alcuna innovazione d'Apprezzi, ma solo nomi, cognomi, fini, confini e quantità, secondo presentemente si possedeva.


Inoltre, dopo ch'essi furono depositati all'allora Archivio generale della Provincia, l'attuale Archivio di Stato di L'Aquila, su disposizione della Direzione delle Contribuzioni Dirette, furono redatti nuovi catasti denominati Catasti Provvisori.
Qui di seguito si riporta l'elenco dei vari Catasti e dei Comuni che li hanno redatti, ed i libri cui poter fare affidamento per un ulteriore approfondimento.

STRUTTURAZIONE CATASTI [vol. II, pag. 456]
«Catasti» , secc. XV-XVIII , regg. 106 - [vol. II, pag. 443]
Sono compresi nella serie, lacunosa, oltre a catasti della città, tra cui l’Onciario, anche Catasti Preonciari dei castelli appartenenti al contado e tenuti al pagamento della bonatenenza.

 

Non è sempre tuttavia chiara la distinzione tra “locali” intus ed extra, dei quali segue l'elenco:

Aquila, Aragno, Arischia, Bagno, Barete, Barisciano, Beffi, Bominaco, Camarda, Campana, Caporciano, Castelnuovo, Civitaretenga, Civitatomassa, Collebrincioni, Coppito, Fagnano (Fagnano Alto), Filetto, Fontavignone, Forcella (Forcella San Leonardo), Goriano Sicoli, Leporanico (San Nicandro), Navelli, Paganica, Pilei, Pizzoli, Poggio Picenze, Posta, Sassa (Abruzzi), Tussio, Vigliano, Villa San Basilio, Villa Sant’Angelo.

 

Alcune di queste località sono attualmente comuni autonomi.

Catasto Antico Preonciario, regg. 132, (1544-1788)- Elenco 1974 [vol. II, pag. 456]
Raccolta di esemplari (vi si trovano anche cabrei e bastardelli), sulla base dei quali si svolgevano le “fiscali funzioni”.

 

Provengono dalle seguenti località:

Amatrice, Aragno, Arischia, Bagno, Barisciano, Borbona, Bussi (Bussi sul Tirino), Cagnano (Cagnano Amiterno), Calascio, Camarda, Capitignano, Caporciano, Carapelle (Carapelle Calvisio), Castel del Monte, Castelnuovo, Castelvecchio Subequo, Cerchio, Cittaducale, Civitaretenga, Cocullo, Collepietro, Fagnano (Fagnano Alto), Fiamignano, Fontecchio, Gagliano (Gagliano Aterno), Goriano Sicoli, Lecce (Lecce nei Marsi), Leofreni, Lucoli, Massa (Massa d'Albe), Opi, Ortona de' Marsi, Pereto, Pescina, Pescorocchiano, Popoli, Prata (Prata d'Ansidonia), Pratola (Pratola Peligna), Raiano, Rendinara
, Rocca di Botte, Rocca di Cambio, Rocca di Mezzo, Roccacalascio, Roccaraso, Roccavivi, Rovere, Sambuco, San Benedetto in Perillis, San Demetrio (San Demetrio ne’ Vestini), San Pio delle Camere, Santa Jona, Santa Maria del Ponte, Sant'Anatolia, Sante Marie, Scanno, Scoppito, Torre di Taglio, Villa Sant'Angelo, Villavallelonga, Vittorito.


Per L'Aquila e altre località, vedi anche Archivio civico aquilano, serie Catasti, pp. 443-444.
BIBL.: T. BONANNI. I catasti antichi delle università del 2° Abruzzo ulteriore immessi nell'Archivio provinciale. Relazione dell'anno 1880-1881, Aquila 1881.

Catasto Onciario , regg. 176, (1740-1804)- Elenco 1974 [vol. II, pag. 456]

 

Provengono dalle seguenti località:


Accumoli, Amatrice, Antrosano, Aragno, Arischia, Assergi, Bagno, Balsorano
, Barete, Barisciano, Bazzano, Beffi, Bisegna, Bominaco, Borghetto (Borgo Velino), Bugnara, Bussi (Bussi sul Tirino), Cagnano (Cagnano Amiterno), Calascio, Camarda, Campana, Canistro, Cantalice, Capestrano, Caporciano, Carapelle (Carapelle Calvisio), Carsoli, Casentino, Castel del Monte, Castel di Ieri, Castellafiume, Castel Sant'Angelo, Castelvecchio (Castelvecchio Calvisio), Castelvecchio Subequo, Cerchio, Cittaducale, Cittareale, Civitaretenga, Civitatomassa, Civitella Roveto, Fagnano (Fagnano Alto), Fiamignano, Filetto, Fontavignone, Fontecchio, Forcella (Forcella San Leonardo), Fossa, Gagliano (Gagliano Aterno), Goriano Valli, Leonessa, Lucoli, Lugnano, Massa (Massa d'Albe), Meta, Montereale, Monticchio, Morino, Navelli, Ocre, Ofena, Oricola, Ovindoli, Paganica, Pendenza, Pentima (Corfinio), Pettorano (Pettorano sul Gizio), Pescasseroli, Pescomaggiore, Pescorocchiano, Picenza, Pizzoli, Pratola (Pratola Peligna), Preturo, Prezza, Roccacasale, Rocca di Cambio, Rocca di Mezzo, Rocca Santo Stefano, Roccavalleoscura (Rocca Pia), Sant'Anatolia, Santa Maria del Ponte, Sante Marie, Sant'Eusanio (Sant'Eusanio Forconese), Santo Stefano (Santo Stefano di Sessanio), San Vincenzo (San Vincenzo Valle Roveto), San Vittorino, Scoppito, Secinaro, Stiffe, Tornimparte, Tussillo, Villa Sant'Angelo.

BIBL.: G. CIPRIANI, Elenco dei Catasti Onciari, Aquila 1906.
Catasto Provvisorio , regg. 1592, (1820-1928)- Elenco [vol. II, pag. 457]
I registri sono costituiti da matricole e stati di sezione e si riferiscono ai distretti d'imposta di Aquila, San Demetrio (San Demetrio ne' Vestini), e Sulmona.

 

2006-2007

©AngelaVenditti77

 

Storia e Archeologia di Civitella Roveto (AQ) - Il Catasto Onciario

Ricercatore: Raffaele Testa - Testi: Angela Venditti - Coordinatore tecnico: Antonio Allegritti

 

Nessun commento

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verr data la possibilit all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignit dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sar tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potr essere anche negativo ma non dovr entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno pu sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sar memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potr essere messo a disposizione dell'autorit giudiziaria.