LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di Angela Venditti
San Giovanni Battista

- Se sei un utente registrato il tuo commento sarà subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sarà letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sarà inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo più veloce per commentare è quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, è possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, è possibile che tu abbia già impostato tale servizio: [ autenticati ]

Si odono scoppi nel ciel infinito

Si vedono i primi fumi volare

Chi s’incammina senza dormito

Chi si sveglia dal lor richiamare

 

Ed il parroco attende a pronto dente

La lenta folla sopraggiungere

Sulla sponda occidentale s’arresta la gente

Ed umanamente si tace nel personale pungere

 

Ascoltano silenti

La cerimonia annuale

Il battesimo dei viventi

Dal nome augurale

 

Alla benedizion poi del rio secco

Tutti apprestarsi nel suo lavaggio

Chi si sciacqua anche il viso lecco

Chi solo i piedi a faggio

 

Chi raccoglie la fresca acqua corretta

Per gl’infermi che non possono assistere

Chi se ne purifica l’anima non retta

Chi continua con l’allontanarsi per persistere

 

Nel mezzo del via vai

Qualcuno da lassù da inizio

All’asta che rende propizio

Quel giorno vivo come non mai

 

Uno, due, tre, e si batte cassa

Si da seguito alla raccolta

Per portar in sofferenza la volta

E allor ci si allontana dalla massa

 

I vicoli vestiti a fiori in porge

Da color che han fatto sacrificio di conte

Ora vengono a brillar dal sol che sorge

Dietro quel nostrano Bello Monte

 

Gli uomini e le donne sono in norma

Son pronti per la processione

Che lenta passeggia tra il nessun dorma

E intanto s’accingono alla devota visione

 

Tutti al loro posto

Chi reca in man la bandiera

Chi il cero di mosto

Chi le spalle ha da reggiera

 

La statua si affaccia sulla soglia

E la banda suona ricca e veemente

Gli alti suoni s’intrecciano all’umana voglia

Tutti urlano il nome ed applaudono vivamente

 

Inizia il cammino

L’Inno nel canto

Inizia il mattino

Il giorno del santo

 

Lungo le antiche rue

E poi per i più moderni corsi

La scia si ricca di dorsi

Che festosi sorridono al bue

 

In fronte del comune paese

Il vescovo d’oltre confine territoriale

Ricorda ai fedeli il fine della vita mondiale

E subito il frastuono arricchisce la maese

 

Occhi all’azzurro

Parole in caraffa

Mani di burro

Incudine a staffa

 

Ed il cammino prosegue avanti

E fa ritorno alla partenza

Per ringraziar i suoi fanti

Ed in salmo render reggenza

 

Molteplici e fantasiosi addobbi di colori

Si respirano e si vedono nel complesso

Unica è la fusione dei vecchi e nuovi sapori

Tipica per noi, ma non per lo straniero amplesso

 

La nostra scacchiera tradizionale

Viene ogni anno ad arricchirsi nella conoscenza

Viene apprezzata e vissuta nella sua vera essenza

E non usata solo come giorno di svago banale

 

Volti sconosciuti si scoprono meravigliati

E noi li ringraziamo per averci pigliati

Come nozione da usar in spunto d’abbigliati

Per un protagonista degli antichi accigliati

 

Metro: 19 quartine di versi liberi in rima alternata e incrociata

 

Giugno 2006

 

©AngelaVenditti77

 

Dedicata alla Festa di San Giovanni Battista, Santo Patrono del Comune di Civitella Roveto (AQ), e che si tiene tutti gli anni il 24 giugno.

Nessun commento

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verrà data la possibilità all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignità dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sarà tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potrà essere anche negativo ma non dovrà entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno può sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sarà memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potrà essere messo a disposizione dell'autorità giudiziaria.