LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di Maria Musik
Così muore la madre di un Angelo

- Se sei un utente registrato il tuo commento sarà subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sarà letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sarà inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo più veloce per commentare è quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, è possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, è possibile che tu abbia già impostato tale servizio: [ autenticati ]
Partoristi senza Annunciazione
Un Angelo
E quando volò via
Fu schianto.
L’eco fu rombo
Che occluse per anni
L’orecchio
E serrò gli occhi.
Venne la neve
E più non sopportasti
Il freddo al cuore.

Sei saltata giù
Facendo a gara
Con i fiocchi bianchi.
Pesando di dolore hai vinto.
L’Angelo ti ha raccolta
E con le ali
Ha coperto la tua nudità.
Arrivato dal Padre
Ha detto solo:
“Questa è mia madre”.

 Celi - 14/02/2012 09:15:00 [ leggi altri commenti di Celi » ]

L’avevo letta qualche giorno fa, ma anch’io facevo fatica a commentarla per pudore umano. Davvero toccante, e bellissima sia nel contenuto che nella forma.

 Roberto Perrino - 11/02/2012 08:26:00 [ leggi altri commenti di Roberto Perrino » ]

l’ho dovuta rileggere piu’ volte per poterne gestire il "peso". mi colpisce lo sviluppo circolare, che dalla mancata annunciazione chiude su una morte annunciata dal dolore di vivere. ma un angelo e’ li’, come all’inizio anche alla fine, a render dolce il transito, il ritorno ad un padre che accoglie.

 Emanuele Di Marco - 10/02/2012 19:50:00 [ leggi altri commenti di Emanuele Di Marco » ]

commovente, straziante la tematica: ma questo è ovvio.
la poesia che la incornicia ben costruita e valida.
grazie Maria della generosità del tuo cuore e dei tuoi versi.

 Maurizio Sciascia - 10/02/2012 13:55:00 [ leggi altri commenti di Maurizio Sciascia » ]

Semplicemente bellissima!
Grazie
Un abbraccio
Maus

 Maria Musik - 10/02/2012 07:19:00 [ leggi altri commenti di Maria Musik » ]

@ Luciano - Mi pare evidente che, malgrado la sua incommensurabile sensibilità, non sia stato in grado di esaudire il mio desiderio di non utilizzare più questa pagina per discettare sulla forma poetica. Le ripeto: ho registrato e tenuto conto della critica poetica ma, torno a pregarla, non è questo mio scritto il luogo per continuare la polemica.

 Nando - 09/02/2012 22:14:00 [ leggi altri commenti di Nando » ]

Gentile Maria,
non so che cosa sia "Poesia", ma qualcuno mi ha insegnato che solo ciò che è Amore rimarrà per sempre; e questi tuoi versi, che non sono in grado di giudicare dal punto di vista "formale"( e neanche m’interessa, perché già sono poesia), poiché sono incompetente, sono resi immortali da quel sentimento di autentica pietà che ti ha mosso a scriverli.

Grazie

 Luciano Nota - 09/02/2012 21:23:00 [ leggi altri commenti di Luciano Nota » ]

Che dabba io passare per cinico, questo non mi va.Chi mi conosce, sa della mia sensibilità che è incommensurabile.Le mie critiche negative riguardano la forma, la struttura di una lirica.
Buona serata.

Luciano

 Alessandra Ponticelli Conti - 09/02/2012 21:10:00 [ leggi altri commenti di Alessandra Ponticelli Conti » ]

Ti ringrazio, Maria, per questi versi bellissimi.
Ti ringrazio perché anch’io ho perso un figlio e lotto ogni giorno per sopravvivere.
Ti ringrazio per aver condiviso un dolore così atroce.
Ti ringrazio per avere guardato con gli occhi del cuore.
Ti ringrazio, anche a nome di mio figlio, per essere rimasta bambina.

Un saluto affettuoso
Alessandra

 Luciana Riommi Baldaccini - 09/02/2012 19:54:00 [ leggi altri commenti di Luciana Riommi Baldaccini » ]

Reale condivisione, Maria, quella che desidero esprimere in risposta ai tuoi versi: un evento talmente doloroso e terribile, quello che racconti, che per tutto il pomeriggio ho avuto quasi timore, forse pudore, di avvicinarmi, mentre mi risuonava nella testa il violino che apre un concerto struggente di Berg intitolato “alla memoria di un angelo”. Ti abbraccio
Luciana

 Maria Musik - 09/02/2012 17:37:00 [ leggi altri commenti di Maria Musik » ]

Luciano - Appunto... io mi tengo la mia mostruosità dedicata a chi amo, lei si tenga la bella poesia dedicata alla mosca. Saremo felici entrambi ed il mondo non soffrirà, poi, più di tanto per i miei scempi visto che non ambisco ad essere annoverata fra i poeti. Faccia uno sforzo ulteriore e cerchi di capire che non ho scelto un grande tema per scrivere un’opera d’arte ma ho solo comunicato, all’interno di una comunità alla quale appartengo da anni, un’esperienza di vita. Sopporti la mia goffagine ma la prego, sposti altrove la sua diatriba sulla Poesia, visto che ho già ammesso la mia pochezza letteraria e sarebbe mio desiderio che questa mia rimanesse, solo, una condivisione.

 Luciano Nota - 09/02/2012 17:31:00 [ leggi altri commenti di Luciano Nota » ]

Sia ben chiaro, umanamente le sono vicino!

 Luciano Nota - 09/02/2012 17:18:00 [ leggi altri commenti di Luciano Nota » ]

Gentile Maria, non è il "tema " che fa grande una poesia. Scriveva il più grande poeta del 900, Leonardi Sinisgalli, che si può scrivere una bella poesia dedicata ad una mosca, ed una mostruosa dedicata a Dio. Saluti

Luciano

 Maria Musik - 09/02/2012 17:11:00 [ leggi altri commenti di Maria Musik » ]

@Luciano Nota - Caro Luciano, ma io ho sei anni ed è per questo che non mi importa nulla della gloria e mi commuovo e partecipo e scrivo, di tanto in tanto, non-poesie, come so e posso. Si è tolta la vita una donna provata da atroce dolore e questo è il mio modo di salutarla ed onorarla. Non sono poeta, sono una donna che scrive con un cuore di bimba. L’unica cosa che non ho di bambinesco è l’attesa che qualcuno mi dica brava. Non è per questo che comunico.
Forse, un po’ di sana infantilità, il sentirsi infinitamente piccoli, gioverebbe anche a lei. O, forse, no. Ognuno fa quel che deve. La sua critica, quindi, l’accolgo perchè mi conosco e conosco il suo pensiero. Mi spiace solo che lei non possa trascendere la forma per entrare in vera comunicazione con le persone ed il loro vissuto.

 Luciano Nota - 09/02/2012 15:25:00 [ leggi altri commenti di Luciano Nota » ]

Non riesco a commuovermi,mi sono impegnato tanto, ma niente.Se l’avesse scritta una bambina di 6 anni, forse le avrei detto brava.

Un saluto

Luciano

 Silvia De Angelis - 09/02/2012 13:32:00 [ leggi altri commenti di Silvia De Angelis » ]

Lirica particolarmente espressiva nel suo trasmettere sensazioni suggestive...piaciuta

 Fiammetta - 09/02/2012 10:12:00 [ leggi altri commenti di Fiammetta » ]

Straordinaria! Comunica quasi una certezza: il dolore muove l’ispirazione più dell’amore.

 Giorgio Cornelio - 09/02/2012 09:39:00 [ leggi altri commenti di Giorgio Cornelio » ]

Limpida e pura come uno di quei fiocchi neve. Bella!
Un saluto.

 Loredana Savelli - 09/02/2012 08:17:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

Commuove.

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verrà data la possibilità all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignità dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sarà tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potrà essere anche negativo ma non dovrà entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno può sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sarà memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potrà essere messo a disposizione dell'autorità giudiziaria.