LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di Salvatore Armando Santoro
La zingara ������������������ ������������iganilor ������������������ O cigano

- Se sei un utente registrato il tuo commento sar subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sar letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sar inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo pi veloce per commentare quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, possibile che tu abbia gi impostato tale servizio: [ autenticati ]

La zingara già sapeva di noi,

me l’aveva anticipato un giorno al mercato:

Dammi un euro”- mi aveva detto –

e ti svelo il destino”.

 

La zingara sapeva già tutto di noi,

me l’aveva detto rubandomi la mano,

leggendo non so cosa tra le linee sfiorite.

Dammi un euro” – piagnucolava –

avrai un amore giovane, ma devi pagare per questo”.

 

Ridevo divertito, quel giorno al mercato.

Paga, ascolta me bel giovane;

La profezia sarà funesta, se non versi il dovuto”.

 

Ma lei era molto più giovane di me,

non riusciva a vedere i miei anni.

Tutti non vedevano i miei anni,

ma il sacco pesava sulle spalle:

la profezia non poteva interessarmi.

 

Ma venne l’amore lo stesso,

arrivò all’improvviso come una folata di vento,

mi arruffò i capelli,

ma dopo mi sconvolse anche l’anima e la ragione.

 

Oggi ripenso a quella zingara,

la cerco per le strade,

davanti ai supermercati.

L’amore l’ho perso e vorrei pagare il dovuto,

vorrei pagare per quello che ho avuto.

 

Salvatore Armando Santoro

(Boccheggiano 16.8.2013 – 13,29)

 

 

 

TIGANILOR

(Traduzione in rumeno di Cornelia Minda – Nicola Popescu su FB)

 

Tiganca stia deja de noi

si m-a asteptat intr-o zi la piata

da-mi un euro -mi-a zis

si o sa-ti prezic destinul…

Tiganca stia deja totul de noi,

mi-a spus-o furandu-mi maana,

citind nu stiu ce intre liniile rasfirate.

Da-mi un euro – scancea-

o sa ai o iubire tanara,

dar va trebui sa platesti pentru asta”.

radeam amuzat, in acea zi la piata.

Plateste, asculta-ma baiat frumos;

Profetia o sa fie sumbra, daca nu dai ce trebuie”.

Dar ea era mult prea tanara decat mine,

si nu reusea sa vada anii mei.

Totii nu reuseau sa-mi vada anii,

dar sacul era greu in spate:

profetia nu ma putea interesa.

Dar vine si iubirea la fel,

ajunge pe neasteptate ca o rafala de vant,

ciufulandu-mi parul,

ar imi tulbura sufletul si ratiunea.

Azi ma gandesc la acea tiganca,

o caut pe strazi,

in fata pietelor.

Iubirea am pierdut-o si voiam sa platesc darea,

vroiam sa platesc pentru ceea ce am avut .

 

 

O CIGANO

(Traduzione in portoghese di Luiz Carlos da Silva)

 

O cigano já nos conhecia,

eu tinha previsto um dia de mercado:

me dê um dólar” – me disse – e eu vou revelar o destino “.
O cigano já sabia tudo sobre nós,

disse-me rubandomi a mão dele,

lendo não sei o que murchou linhas.
“Me dê um dólar”- coramingou –

você terá um amor jovem, mas você tem que pagar por isso”.
Eu ri, divertido naquele dia no mercado.
“Pay, jovem bonito me ouve;
A profecia será fatal, se não os versos devido “.
Mas ela era muito mais jovem do que eu,

ele não conseguia ver meus anos.
Todos eles viram meus anos,

mas o saco que pesava sobre seus ombros:

a profecia não poderia me interessar.
Mas foi isso mesmo amor,

veio de repente como uma rajada de vento,

eu arruffò seu cabelo,

mas depois que eu apertei até a alma e a razão.
Hoje eu acho que para o cigano,

buscando nas ruas,

na frente de supermercados.
O amor eu o perdi e vou pagar devido,

deixe-me pagar o que eu tenho.

 

Commento non visualizzabile perch l'utenza del commentatore stata disabilitata o cancellata.

 Salvatore Armando Santoro - 29/11/2017 23:01:00 [ leggi altri commenti di Salvatore Armando Santoro » ]

A LEONORA LUSIN - Ogni autore ho un suo preciso impianto lirico e ritmico. Se leggi alcune poesie di Ungaretti, di Montale, di Luzi, ecc... sono ancora pi aritmici dei miei versi. Ed difficile per un autore leggere o declamare le poesie altrui perch ognuno scrive con un proprio modello e schema metrico, soprattutto i versi liberi. Se vuoi leggere poesie perfette allora devi provare a leggere i miei sonetti, le mie ballate, i miei madrigali, le mie ottave, i miei strambotti, le mie sestine, ecc... su www.poetare.it/santoro5.html (e pagine precedenti).
Purtroppo molte persone, oggi, scrivono poesie in versi liberi che non sono altro che prosa scritta in verticale e ci trovi cose orrende....

 Angelo Ricotta - 29/11/2017 15:19:00 [ leggi altri commenti di Angelo Ricotta » ]

"uno zingaro un trucco"
Francesco De Gregori

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verr data la possibilit all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignit dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sar tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potr essere anche negativo ma non dovr entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno pu sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sar memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potr essere messo a disposizione dell'autorit giudiziaria.