LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di Salvatore Armando Santoro
Discurso (di Carlos Solarte)

- Se sei un utente registrato il tuo commento sarà subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sarà letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sarà inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo più veloce per commentare è quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, è possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, è possibile che tu abbia già impostato tale servizio: [ autenticati ]

Atrapa los números

los billetes que tanto te desesperan

a mí me gusta atrapar las palabras

nacientes de las flores

beber la armonía

alucinante de la naturaleza

trágate todos los frutos

manufacturados

quédate con los edificios y el concreto

yo me fumo la cadencia de la madrugada

me inyecto de tierra negra y jazmín

(mis alucinógenos predilectos)

envuélvete en las sábanas del progreso

compra cualquier artículo

de cualquier tienda

paga todos los servicios

a mí me arropa el canto de los helechos

obtener la sonrisa de una mujer

cuando le leo un poema

(su sexo a veces) es vital

para mi

atrapa los números

los billetes que tanto te desesperan.

 

Carlos Solarte Santiago Vetancourt

Laureando in lettere università delle Ande di Trujillo

 

RIFLESSIONE

(Traduzione di S. A. Santoro)


trappole le banconote
i biglietti che tanto ti fanno disperare
a me piace intrappolare le parole
che nascono dai fiori
bere l'armonia
stupefacente della natura
gustare tutti i frutti prodotti
che maturano tra costruzioni e cemento
io mi fumo l'arrivo dell'alba

mi inietto terra nera e gelsomino
(i miei allucinogeni preferiti)
arrotolati in fogli di progresso
acquista quello che vuoi
in qualsiasi bottega
paga tutti i servizi
a me basta il canto delle felci

guadagnare il sorriso di una donna
quando le leggo una poesia
(il suo sesso a volte) è vitale

per me
trappole le banconote

i biglietti che tanto ti fanno disperare.

 

(Donnas 6.8.2017 – 2,42)

 

 

Nessun commento

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verrà data la possibilità all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignità dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sarà tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potrà essere anche negativo ma non dovrà entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno può sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sarà memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potrà essere messo a disposizione dell'autorità giudiziaria.