LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di Salvatore Armando Santoro
Fiesta (di J.Pr��vert)

- Se sei un utente registrato il tuo commento sar subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sar letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sar inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo pi veloce per commentare quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, possibile che tu abbia gi impostato tale servizio: [ autenticati ]

Fiesta
di Jacques Prévert

 

Et les verres étaient vides
et la bouteille brisée
Et le lit était grand ouvert
et la porte fermée
Et toutes les étoiles de verre
du bonheur et de la beauté
resplendissaient dans la poussière
de la chambre mal balayée
Et j’étais ivre mort
et j’étais feu de joie
et toi ivre vivante
toute nue dans mes bras

 

Fiesta


E i bicchieri erano vuoti
e la bottiglia sbriciolata
E il letto completamente disfatto
e la porta serrata
E tutte le stelle di vetro
la felicità e la bellezza
risplendevano in mezzo alla polvere
della camera mal spazzata
Ed io ero ubriaco morto
ero un falò di gioia
e tu ubriaca di vita
nuda tra le mie braccia

 

Traduzione di Salvatore Armando Santoro
(Boccheggiano 11.8.2014 – 5,57)

 Salvatore Armando Santoro - 12/08/2018 00:22:00 [ leggi altri commenti di Salvatore Armando Santoro » ]

Felice di aver suscitato tanta attenzione sulla mia traduzione e grazie a Terracciano per avermi indicato i refusi (che ho gi corretto). A volte copiando i testi da altre lingue facile che un termine resti incompleto o qualcun altro scritto in modo erroneo. Ma il francese o conosco abbastanza ed stato facil individuare i due terminiin discussione.
Un grazie ed un saluto anche a Ferdinando ed a Franca per le loro interessanti osservazioni!

 Franca Colozzo - 11/08/2018 22:56:00 [ leggi altri commenti di Franca Colozzo » ]

Un’occasione questa della poesia di Salvatore che mi giunge gradita per salutare l’amico Antonio Terracciano, di cui mi piacevano i commenti ed anche qualche sottolineatura, fatta sempre con il garbo di un gentiluomo. Quindi colgo l’occasione per inviare un saluto affettuoso a Terracciano, che per me ha sbagliato ad andarsene da questo sito: un elemento di arricchimento e di critica non guasta mai, anzi serve a crescere.
La poesia di Prvert veramente bella: una lirica in lingua francese ha una sua musicalit intrinseca, sicuramente ancor pi di quella in italiano (gli accenti fanno la loro parte). Mi sembra Salvatore che, attraverso la traduzione dell’originale in francese, tu sia riuscito a tratteggiare una tua esperienza personale, calandoti nelle vesti dell’autore.
Sono d’accordo poi con Ferdinando sull’esimio numero di poeti in ciascun secolo. Penso che scrivere poesie sia relativamente facile, ma entrare nell’Olimpo dei Poeti veramente difficile.
Buone vacanze e serena domenica a voi tutti.

 Ferdinando Battaglia - 11/08/2018 20:46:00 [ leggi altri commenti di Ferdinando Battaglia » ]

Hai ragione, Antonio, ma anche di Leopardi e di Montale non che ne nascano poi di pi. per cui possiamo dedurre che il problema non nella metrica, ma nella grandezza di un talento e di una vocazione; Dario bellezza sosteneva che di veri poeti ne nascono pochi in un secolo, meno delle dita di una mano, che non tutti coloro che scrivono poesie si possono considerare poeti (e stiamo parlando di Bellezza e se solo ci limitassimo al Novecento di molti nomi stimati della Poesia)

Un saluto

 Antonio Terracciano - 11/08/2018 19:56:00 [ leggi altri commenti di Antonio Terracciano » ]

Anche se non pubblico pi in questo sito, di tanto in tanto vado a leggere le proposte pi interessanti, e questa di Santoro lo davvero.
Francamente, non avevo forse mai letto questa poesia di Prvert: la traduzione di Santoro eccellente, migliore forse dell’originale... (scherzo, perch vi noto due evidenti refusi: "le" invece di "les" , e "dand" invece di "dans" ). Prvert mi sempre piaciuto: dimostr di essere un vero poeta popolare, capace di far rivivere poeticamente in tutti i lettori tante loro esperienze, o almeno tanti loro sentimenti. A questo livello di comunicabilit gli schemi metrici (mai usati dal francese) possono benissimo andare a farsi benedire, e viene davvero la voglia di dire "viva il verso libero! " , che presenta, altres, il vantaggio di una facile traducibilit in tutte le lingue (e qui Santoro ce ne d un chiaro esempio) . (Il problema che di Prvert, per, ne nascono uno o due al secolo... )

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verr data la possibilit all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignit dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sar tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potr essere anche negativo ma non dovr entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno pu sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sar memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potr essere messo a disposizione dell'autorit giudiziaria.