LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di Salvatore Armando Santoro
Parlar tacendo

- Se sei un utente registrato il tuo commento sarà subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sarà letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sarà inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo più veloce per commentare è quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, è possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, è possibile che tu abbia già impostato tale servizio: [ autenticati ]

Parlar tacendo ho detto molte cose
con un sorriso poi t’ho ripagata
con un rimpianto in cuore custodita
se pur continui a raccontar mentendo.

 

Ed una ruga scava la mia fronte
dovrebbe dirti che con te dissento
ma ancora pensi che pur tu parlando
tutto quello che dici accetto e sento.

 

Invece penso e con me stesso parlo
il mio silenzio dovrebbe far capire
che non dissento ma silente archivio
e tutto quel che dici sto vagliando.

 

Infin stringo le labbra e fo’ una smorfia
pur non parlando forte sto strillando
ma ancora pensi che silente accetti
quello che invece è falso o stai falsando.

 

Salvatore Armando Santoro
(Boccheggiano 11.10.2019 – 13,33)

 

- La foto è tratta da un dipinto di Paul Cezanne

L'immagine può contenere: 1 persona

 Salvatore Armando Santoro - 20/03/2020 02:01:00 [ leggi altri commenti di Salvatore Armando Santoro » ]

A LORENZO TOSCO

Come è ben comprensibile dal commento con Lorenzo siamo legati da una antica e forte amicizia e Lorenzo conosce bene le sofferenze del mio animo che spesso emergono dai miei versi. Grazie Lorenzo per la tua solidarietà ed un affettuoso abbraccio.

 Lorenzo Tosco - 19/03/2020 09:49:00 [ leggi altri commenti di Lorenzo Tosco » ]

Una dolorosa poesia questa di Armando, dove egli espone liricamente il suo stato d’animo reale nei riguardi di una situazione che lo ha molto provato.
Ottimi endecasillabi non rimati fra loro, che rappresentano uno stato d’animo dell’autore, il quale s’impone il silenzio, però un silenzio che è un pianto udibile e che non accetta la situazione, quasi urlo del suo cuore che deve essere fortemente sentito da chi afferma il falso o sta falsando la realtà.
Auguro ad Armando di poter trovare quiete e serenità, dimenticando certe traversie. Saluti.

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verrà data la possibilità all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignità dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sarà tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potrà essere anche negativo ma non dovrà entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno può sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sarà memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potrà essere messo a disposizione dell'autorità giudiziaria.