LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di Franca Colozzo
Late October

- Se sei un utente registrato il tuo commento sarà subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sarà letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sarà inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo più veloce per commentare è quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, è possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, è possibile che tu abbia già impostato tale servizio: [ autenticati ]

 

 

               FINE DI OTTOBRE 
 
Quando le fronde si vestono d’oro e argento,
Allora l’alito d’autunno sento e il turbamento
Dell’estate ormai andata.
Alberi e foglie parlano voce stanca
Tra sempreverdi compagni di speranza
Dal mio scoglio solitario osservo del mare
Nuova veste brulicante di luce,
Scudisciate di vento su foglie caduche
Sulla spazzata distesa senz’orme umane.
Così incede ottobre, con sé porta via il calore:
Solo il canto dell’onde s’ode
Tra scogli e fronde a rinnovare stagioni passate.
Seguo acrobazie di nubi e fronde
Distesa sul mio scoglio, addormentato
Sin dal tempo degli antichi romani.
 
@All Rights Reserved
 
***(English)
  
 

              END OF OCTOBER

 

When the leaves are dressed in gold and silver,

Then I feel autumn’s breath and the turbulence

Of the summer, now gone.

 

Trees and leaves speak wearily

Amongst evergreen companions of hope.

From my lonely rock, I observe the sea

New dress teeming with light,

Whip wind on deciduous leaves

On the sweeping expanse without human shape.

 

This is how October passes, taking the heat away with it:

Only the song of the waves can be heard

Between rocks and foliage to renew past seasons.

I follow acrobatics of clouds and foliage

Lying on my rock, asleep

Since the time of the ancient Romans.

 
Translated by Franca Colozzo
Editing by  Marya Berry
 
***(Spanish)
 
       FINALES DE OCTUBRE
 
Cuando las hojas se visten de oro y plata,
Entonces puedo sentir el aliento otoñal y el problema
Del verano que ya se fue.
Los árboles y las hojas hablan con cansancio
Entre compañeros perennes de esperanza
Desde mi roca solitaria observo el mar
Nuevo vestido lleno de luz
Viento látigo sobre hojas caducas
En la vasta extensión sin formas humanas.
Así pasa octubre, se lleva el calor:
Solo se escucha el canto de las olas
entre rocas y follaje para renovar temporadas pasadas.
Sigo acrobacias de nubes y follaje
Acostado en mi roca, dormido
Desde la época de los antiguos romanos.

 

 Franca Colozzo - 03/11/2021 19:13:00 [ leggi altri commenti di Franca Colozzo » ]

Grazie Salvatore, per il tuo gradito passaggio. L’atmosfera autunnale, ad eccezione dell’odierna anticipazione dell’inverno, ci rincuora con i
suoi colori smaglianti che richiamano i toni caldi della stagione estiva. L’estate di San Martino porta spesso con sé uno strascico di calore che allieta le giornate ormai sempre più brevi, in fuga verso l’inverno. Buona prosecuzione di serata.

 Salvatore Pizzo - 03/11/2021 03:13:00 [ leggi altri commenti di Salvatore Pizzo » ]

Letta e riletta, per godermi appieno l’atmosfera ipnotica d’autunno Marino che ci si respira in questi tuoi versi così ricchi di immagini che incantano.
Un grazie con un caro saluto.

 Franca Colozzo - 03/11/2021 00:01:00 [ leggi altri commenti di Franca Colozzo » ]

Ti ringrazio del commento, Graced, tu che, dall’interno di Facebook, sei testimone della mia confusione mentale nell’ostinarmi a fare troppe cose. Sarà il volgere degli anni o la calda arsura dell’estate passata in una brulicante confusione, che oggi mi ritrovo a decantare i colori ardenti, come fiammelle accese, di alberi e fronde.
Ma l’autunno sta per diventare (strano davvero per un Leone astrale!) quasi la mia stagione favorita in quanto il tumulto esagerato lascia il posto ai silenzi tra il mulinare delle foglie.
Dal mio scoglio solitario osservo la metamorfosi della natura sentendomi in perfetta sintonia con essa. Questa io chiamo "felicità" dell’istante, niente di speciale, solo un momento di abbandono che spero anche tu possa provare. Un saluto di rinnovata pace tra i sapori e gli odori di quest’autunno, foriero di riposi invernali. Buonanotte.

 Graced - 02/11/2021 20:23:00 [ leggi altri commenti di Graced » ]

Quando le fronde cambiano per dar accesso all’autunno, colori stupendi delle fronde ci vengono incontro gioiosamente con i loro colori accesi. Si rimane senza fiato del repentino cambiamento che, in così poco tempo, hanno subito.
Anche il mare cambia fisionomia, mentre il vento da lieve brezza diviene più prepotente. Con i tuoi versi armoniosi, Franca, hai dipinto una splendida tela, che ho avuto piacere di osservare. Complimenti e, un affettuoso saluto, Grazia-

 Franca Colozzo - 31/10/2021 21:06:00 [ leggi altri commenti di Franca Colozzo » ]

Grazie del tuo passaggio, caro Vincenzo. Lo so che tu preferisci le montagne al mare, ma la natura tutta è un trionfo di colori quando l’autunno incede, dapprima lentamente, poi sempre più rapidamente.
Il tripudio di sfumature cromatiche esalta l’anima così che le stesse fronde che contemplavo dal mio scoglio solitario: dal verde intenso di prima, appaiono ora variegate.
Cogliamo dunque di questa veste allegra l’armonia che ci fa riflettere sulla volatilità della vita.
Buone festività nel raccoglimento che accompagna i primi giorni di novembre.

 Vincenzo Corsaro - 31/10/2021 19:13:00 [ leggi altri commenti di Vincenzo Corsaro » ]

L’autunno è la stagione più bella, i suoi colori incantano chi li guarda e io non mi stancherei ad osservarli, perché ogni volta che si posa lo sguardo su ciò che si è già guardato, i colori assumono nuove sembianze. Dici che porta via il calore, ma quello che ci regala in cambio non ha valore. L’ho sentita mia la tua poesia, solo che al posto del mare ci metto le montagne con i loro paesaggi autunnali da meraviglia :-) un affettuoso saluto e una buona serata Franca :)

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verrà data la possibilità all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignità dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sarà tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potrà essere anche negativo ma non dovrà entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno può sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sarà memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potrà essere messo a disposizione dell'autorità giudiziaria.