LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di Annamaria Pambianchi
Per Hailù annegato a tre anni

- Se sei un utente registrato il tuo commento sarà subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sarà letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sarà inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo più veloce per commentare è quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, è possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, è possibile che tu abbia già impostato tale servizio: [ autenticati ]



Senza segno di riconoscimento
a tre anni dentro una bara, da solo,
mi hanno deposto e sopra hanno scritto
numero novantadue
in luogo del mio nome ignoto.

Chi è che urla così forte
dentro il ventre vorticoso del fiume ?
Dov’è la mia capretta?

Chiamo la mamma molte volte
Ma lei non mi risponde.
Sono qui – avvertitela - vi prego.
Portami, mamma, nel luogo
che tanto mi hai promesso.

Chi è che urla così forte
dentro il ventre vorticoso del fiume?
Non trovo la scimmietta.

Dove sto non voglio stare.
Ci starei solo in braccio a mamma.
Ma dove, dov’è andata?
Mi brucia la gola a chiamarla ancora.
Per favore, mi prestate la voce?

Chi è che urla così forte
dentro il ventre vorticoso del fiume?
A salvarmi un asinello ci vuole.

Verrà se le dite che sono Hailù.
Senza di me non può esser lontana,
senza di me, il suo piccolo principe.
Lei sorride quando mi guarda.
Senza di lei, ho il batticuore.

Chi è che urla così forte
dentro il ventre vorticoso del fiume ?
Molto spero d’incontrare il leone.

Oltre la vita ad accompagnarmi
la mia gente, ma non la mamma
a benedirmi, e a baciarmi in fronte.
Al cimitero mi porteranno
quelli che non m’hanno salvato.

Chi è che urla così forte
dentro il ventre vorticoso del fiume?
Potete prendermi per mano?

Tu, bocciolo reciso da una guerra
innominata, tu dalla celeste
savana dei leoni e degli asinelli,
ti prego, spegni la stella
in memoria d’ogni gemma divelta.

Vestitevi a lutto, luna e sole.
Tacete, alberi e foglie.
Scendi, pioggia, senza rumore.
Sospendi, crudo mare, onda e furore.
Di pianto sia stillante ogni voce.

 Annamaria Pambianchi - 13/02/2019 19:48:00 [ leggi altri commenti di Annamaria Pambianchi » ]

Grazie a tutti voi che non siete passati oltre e vi siete fermati accanto alla vita spezzata di Hailù.

 Mariano Bonato - 12/02/2019 18:53:00 [ leggi altri commenti di Mariano Bonato » ]

Bella, sono catturato dal primo all’ultimo verso!

 Maria Musik - 12/02/2019 02:18:00 [ leggi altri commenti di Maria Musik » ]

Chi è che urla così forte
dentro il ventre vorticoso del fiume?
Potete prendermi per mano?
Annamaria lo ha fatto. E noi?
Molto apprezzata.

 Giovanni Rossato - 11/02/2019 21:41:00 [ leggi altri commenti di Giovanni Rossato » ]

E poi dicono che la poesia è inutile!
Grazie Annamaria

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
 
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verrà data la possibilità all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignità dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sarà tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potrà essere anche negativo ma non dovrà entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno può sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sarà memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potrà essere messo a disposizione dell'autorità giudiziaria.