LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di Bianca Mannu
Pensiero sintetico sul tema del potere

- Se sei un utente registrato il tuo commento sarà subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sarà letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sarà inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo più veloce per commentare è quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, è possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, è possibile che tu abbia già impostato tale servizio: [ autenticati ]

 

 

Bisogna essere in molti a volerlo esercitare (il potere) tale da divenire una forza capace di incidere e cambiare lo stato delle cose. Forse bisogna liberarsi del concetto che fonda il nostro sistema produttivo, e che io giudico di massima immoralità, e che è questo: il fare profitto, mettendo tra parentesi il come, il perché, a quali condizioni e a beneficio di chi, come motivazione fondamentale di progresso.  L'accumulazione dei beni in forma di merce denaro, consegna ai pochissimi e alla loro avidità, il controllo dei bisogni vitali di tutti, espropria i molti del proprio ambito vitale e della propria libertà, asservisce tutti all'orrore dell'essere ciascuno lupo per l'altro (homo homini lupus. T. Hobbs)  Ma questa qualità evidenziata da Hobbs, non è una qualità naturale, è squisitamente umana, perché l'animale non progetta di accumulare e neppure organizza lo sfruttamento del lavoro altrui in vista del proprio profitto, tanto meno organizza il sapere e la morale con questi scopi. Forse è questa la critica  che Papa Francesco,dietro Marx, esprime nella speranza di risvegliare il senso di ciò che è veramente importante nella vita umana.     

 Nando - 29/12/2016 19:14:00 [ leggi altri commenti di Nando » ]

Angelo, offri sempre spunti interessanti di riflessione. In vero, non sappiamo né chi sia l’uomo e né chi sia l’animale: siamo in attesa di saperlo e nel frattempo cerchiamo di definirci o connotarci in virtù di una soggettività esperente ed interagente con il sé e l’alterità fuori di sé.
Chiedo scusa alla "padrona di casa" per la mia invadenza.

 Angelo Ricotta - 29/12/2016 17:16:00 [ leggi altri commenti di Angelo Ricotta » ]

Nando "l’uomo non è un animale, non lo è nelle condizioni di esistenza"
Ad osservare certuni avrei dei forti dubbi in merito. Ho persino dei nomi, anche noti, ma non posso farli per tema di denuncia.

Klara Rubino "L’uomo...è l’unico che ha coscienza di sé e del mondo"
Anche su questo ho dei forti dubbi. Però non sono un etologo e non posso esibire una conoscenza di prima mano. Ma ho letto libri di etologi e visto documentari nei quali credo di aver capito che si sostenga il contrario.

 Klara Rubino - 29/12/2016 15:30:00 [ leggi altri commenti di Klara Rubino » ]

L’uomo è un animale che si è evoluto, in modo peculiare rispetto agli altri animali; è l’unico che ha coscienza di sé e del mondo, per cui se vuole evolversi più come uomo che come animale, a questo punto, deve basare il suo progresso sulla sua specificità, ovvero sulla sua coscienza.

 Nando - 29/12/2016 15:02:00 [ leggi altri commenti di Nando » ]

Sartre diceva che non esiste una natura umana, ma una condizione umana; per questo diremmo che l’uomo non è un animale, non lo è nelle condizioni di esistenza - pensiamo soltanto all’invenzione del bidet, ad esempio - o non lo è nel destino della sua origine, in tal caso ammettrtemmo un progetto finalistico al suo esserci. Tornando comunque al testo, è evidente che spesso nella Storia il predatore diventa prima o poi predato; ciò accadrà anche del capitalismo o del capitalismo nella versione attuale.

 Angelo Ricotta - 29/12/2016 14:21:00 [ leggi altri commenti di Angelo Ricotta » ]

Concordo pienamente con la sua analisi del potere. Ritengo però che l’uomo non possa essere distinto dall’animale nel senso della natura. Per quel che ne so anche gli animali sono capaci di ragionamento e quindi di progetto e sfruttamento. L’unica differenza è che l’uomo è più intelligente. Forse un etologo potrebbe dirci qualcosa di più specifico sull’argomento. Perciò il problema dell’uomo è quello di tenere a bada questa natura animalesca. Ma non può eliminarla.

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verrà data la possibilità all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignità dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sarà tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potrà essere anche negativo ma non dovrà entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno può sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sarà memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potrà essere messo a disposizione dell'autorità giudiziaria.