LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di cristina bizzarri
Metodo dell���immanenza

- Se sei un utente registrato il tuo commento sar subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sar letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sar inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo pi veloce per commentare quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, possibile che tu abbia gi impostato tale servizio: [ autenticati ]
Metto sul fuoco l'acqua
finch quasi non bolle.
Getto a poco a poco la farina gialla.
Giro col mestolo finch la farina gialla
non assorba tutta l'acqua.
Aggiungo poi un pizzico di sale.
Giro ancora - piano.
Aspetto.

Sei qui,
da una distanza che non colmano i miei occhi.
mia la mano o tua?
Mi arriva la tua voce.
Rimani.
Ricordi il nostro riso,
il cinema di pomeriggio con i dobus adocchiati
gi da una distanza
dietro il vetro della pasticceria
e i film vietati ai minori
(dicevamo che avevo gi quattordicianni )
e quegli inverni tuoi feroci e struggenti?
mia o tua la voce?
Ancora ridi,
sorridi come un'imperatrice e piangi -
di quel tuo pianto ironico e assoluto
che ancora mi spaventa.

E sei,
ma nello stesso tempo un'altra -
quella degli autori americani e del barone di Charlus -
intanto l'eterna sigaretta in bocca -
a girare la polenta.
S, anche il mio cucinino troppo stretto,
e s, anch'io sognavo di essere la castellana
di un irraggiungibile castello.
Ne sorrido adesso.
Non sono pi arrabbiata.
Sei stata molto amata e non te n'eri accorta.
Nench'io.
Stiamo bene qui noi due,
in questo spazio angusto
da dove ti parlo e tu non mi rispondi.
Che tepore, lo senti,
tra gli armadietti rossi e questo fumo
che piano piano sale?
Non so pi,
in questo spazio non segnato sulle carte -
sei tu a essertene andata o io ad averti abbandonata?
Rimani.
C' tanto amore ancora. Qui.




 Fausto Torre - 12/09/2014 22:31:00 [ leggi altri commenti di Fausto Torre » ]

trasmette forte coesione; si solidifica in un passaggio di permanenza consustanziale.

p.s. certo che puoi visitare le visioni, ci mancherebbe.
pps: i to visitazzioni sunnu megghiu di me testi ;-)

 Piergiorgio Troilo - 12/09/2014 22:16:00 [ leggi altri commenti di Piergiorgio Troilo » ]

"sei tu a essertene andata o io ad averti abbandonata?
Rimani.
C’ tanto amore ancora. Qui."
Sono le parole che avrei voluto dire a mia madre, che vorrei dirle ora...grazie per questi versi intensi e commoventi!

  Cristina Bizzarri - 12/09/2014 18:36:00 [ leggi altri commenti di Cristina Bizzarri » ]

Forse s Francesco, forse proprio - rifacendomi alla teologia - il "metodo dell’immanenza" quello a cui mi sto sentendo sempre pi vicina. Il Divino, seppur nascosto, che si lascia intravedere solo "per orme" e tracce sbiadite, nel mondo e tra di noi: anche nel mio piccolo cucinino rosso mia madre ritorna, e in questo contatto impossibile ma di cui sento tutta la tensione e il desiderio - intravedo la possibilit di un Dio che, pur abitando un oltre, mi fa sentire una
mancanza, un vuoto che forse potr essere colmato. In una realt che per ora non nemmeno pensabile immaginare. Dove l’acuta e a tratti struggente mancanza, il desiderio e la speranza coesistono. Loredana, adesso sai chi ! :-)

 Francesco Innella - 12/09/2014 16:23:00 [ leggi altri commenti di Francesco Innella » ]

La tua una poesia del ricordo, molto bella. Adesso scrivi su temi pi concreti hai abbandonato la tua vena metafisica?

 Loredana Savelli - 12/09/2014 16:13:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

Un’amica scomparsa? O una "te stessa" svanita nella lontananza, cui vorresti restituire qualcosa?
Qualunque cosa sia, il tono dolce che rapisce, il senso di ineluttabilit, l’onest di ricordare, che un modo per dare ci che ancora si pu.
Ciao Cristina (... buon anno)

  Cristina Bizzarri - 12/09/2014 12:39:00 [ leggi altri commenti di Cristina Bizzarri » ]

vero Lorenzo. Un grazie a tutti voi!

 Lorenzo Mullon - 12/09/2014 12:21:00 [ leggi altri commenti di Lorenzo Mullon » ]

l’unica strada per superare l’angoscia dell’impermanenza l’apertura del cuore
quando si apre veramente, i confini si afflosciano e il tempo non esiste pi

 Amina Narimi - 12/09/2014 11:35:00 [ leggi altri commenti di Amina Narimi » ]

Bellissima..quando torna la tua poesiacheamo un moto d’amore che mi porta via

Un abbraccio Cristina

 Lucia Longo - 12/09/2014 10:46:00 [ leggi altri commenti di Lucia Longo » ]

Sei stata molto amata e non te n’eri accorta.
Neanch’io.

Si arriva dritta al cuore.

Buona giornata

 Ferdinando Battaglia - 12/09/2014 10:39:00 [ leggi altri commenti di Ferdinando Battaglia » ]

Prof., quando "ti lasci andare" superi per scrittura e contenuto le tuo stesse tra le migliori scritte; e "di quel tuo pianto ironico e assoluto" direi che un verso capolavoro che, per me, rimane a paradigma del piacere di ogni lettura poetica.

 Sara Cristofori - 12/09/2014 09:31:00 [ leggi altri commenti di Sara Cristofori » ]

arriva dritta dritta in mezzo al petto questa tua dolcissima...

 cristiana fischer - 12/09/2014 08:43:00 [ leggi altri commenti di cristiana fischer » ]

lo struggente rimpianto di non aver saputo condividere allora, in vita, con la madre, la sua vita in comune con la nostra
lo dici proprio bene, semplice e perduto com’, perduto

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verr data la possibilit all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignit dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sar tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potr essere anche negativo ma non dovr entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno pu sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sar memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potr essere messo a disposizione dell'autorit giudiziaria.