LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di Franco Bonvini
Stagioni fatate (riproposta e musicata)

- Se sei un utente registrato il tuo commento sarà subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sarà letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sarà inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo più veloce per commentare è quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, è possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, è possibile che tu abbia già impostato tale servizio: [ autenticati ]

                                                       C'è voluto un po' ma qualcosina è uscita.. migliorerà.

 

Forse sono passate / le stagioni fatate

e non ci ho fatto caso.

E ancora credo per me / e non solo per me

che verranno domani.

Un elettrico argento / m'ha portato sul lago

in questo vagabondare.

Non è il nostro lo so / però qui si veniva

anche solo a guardare.

oltre la fine del lago / le cime dei monti

e l'azzurro del cielo.

Qui c'è ancora il tuo cuore / i tuoi sogni

e li vedo brillare.

Sotto un tiepido sole preautunnale / e li vedo brillare

sotto un tiepido sole preautunnale

Sono qui / sulle rive del lago

e mi sembro un coglione

un sognatore acchiappanuvole

con la mia lattina di tè al limone

Sono qui / sulle rive del lago

sono venuto a cantare

Farà neve lo so / e anche presto

e sarà ancora più bello

quando si farà attorno al lago

come un anello.

 

Sono qui sulle rive del lago..

tra le mani soltanto un panino..

Ne vuoi un pochino?

 Franco Bonvini - 14/01/2018 20:53:00 [ leggi altri commenti di Franco Bonvini » ]

Grazie! Chissà. C’è qualche imperfezione, pause da mettere prima dell’ attacco al canto così da evitare di metterle dopo per aspettare la fine della battuta. Credo che dovrò proprio andar là.. ma è solo la prima versione.

 Ferdinando Battaglia - 14/01/2018 20:41:00 [ leggi altri commenti di Ferdinando Battaglia » ]

Che bella, Franco! >Chissà che non vi saranno magari altre interpretazioni, magari anche di voci più giovani (senza offesa per nessuno) e magari anche solo con l’accompagnamento di una chitarra; insomma, credo che sia un testo che possa e debba farsi conoscere, credo che possa e debba avere un futuro.

 Franco Bonvini - 14/01/2018 20:19:00 [ leggi altri commenti di Franco Bonvini » ]

:)

 Alessandra Ponticelli Conti - 14/01/2018 15:40:00 [ leggi altri commenti di Alessandra Ponticelli Conti » ]

Wow!

 Franco Bonvini - 13/01/2018 17:43:00 [ leggi altri commenti di Franco Bonvini » ]

È sempre quel mio amico che ha musicato anche le altre. Fa tutto lui.
Musica, canto, strumenti.
Non so che programma usa. Penso un multitrack tipo il Sonar o qualcosa di simile.
Dovrei andare a vedere e magari suonarci sopra una pista anch’ io ma non trovo mai il tempo.

 Angelo Ricotta - 13/01/2018 17:31:00 [ leggi altri commenti di Angelo Ricotta » ]

Carina! Dicci qualcosa sulla sua realizzazione (sono curioso lo sai).
Ad esempio, chi suona e chi canta insomma la composizione del complesso. Come e dove è stata registrata. Insomma tutto quello che può interessare anche un intenditore.

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verrà data la possibilità all'autore del testo commentato di risponderti.

DA LEGGERE PRIMA DELLA PUBBLICAZIONE DI UN COMMENTO
Nessun utente può gestire i commenti pubblicati, solo LaRecherche.it può farlo.
La rimozione di un commento da parte di LaRecherche.it non equivale alla cancellazione dello stesso, il commento, in prima istanza, verrà tolto dalla pubblicazione e sarà cancellato soltanto se non costituirà possibile prova del venir meno al Regolamento, in ogni caso la sua cancellazione definitiva o meno è a discrezione di LaRecherche.it.
Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignità dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sarà tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potrà essere anche negativo ma non dovrà entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno può sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sarà memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potrà essere messo a disposizione dell'autorità giudiziaria.