LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di Francesco Repetto
Sulla mia barba

- Se sei un utente registrato il tuo commento sarà subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sarà letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sarà inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo più veloce per commentare è quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, è possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, è possibile che tu abbia già impostato tale servizio: [ autenticati ]
Una foglia
leggera
catarsi
che freme
e s'inciampa,
la respiro
s'incanta,
dolce
sorriso
di Orfeo
mi abbaglia:
il fuoco divampa,
s'incastrano le labbra
nella bocca
e dita d'assenzio
come un treno che corre,
e la sua voce cambia..
Questa esile chitarra
stanca
su un cuscino di capelli
nei suoi occhi verdi,
come goccia di miele
sulla mia barba.

 Madame - 31/08/2011 01:24:00 [ leggi altri commenti di Madame » ]

ovvero...ti sto aspettando

 Madame - 31/08/2011 01:23:00 [ leggi altri commenti di Madame » ]


Io la sento.
Stanotte l’anima
è con me,
ti accasci
schivo e timido,
ed io non ho voce...
ma ciò che urlo
è di fissare il mio
battito di palpebre
che attendono decise

 Maria Musik - 22/06/2011 19:16:00 [ leggi altri commenti di Maria Musik » ]

L’inizio è promettente, fin da quel "si" riflessivo della catarsi che, scindendosi, introduce la sonorità del "s’inciampa... s’incanta...".

La chiusa mi lascia perplessa.
Questa esile chitarra/stanca/su un cuscino di capelli/nei suoi occhi verdi,/come goccia di miele/sulla mia barba.
Fino all’evocazione del corpo femmineo ed il suo languore sprofondato su capelli/cuscino (di una con così tanti capelli ci si può fidare... De Gregori docet!) tutto O.K. benchè l’accostamento chitarra-donna sia un po’ abusato. Ma, poi, c’è qualcosa che non funziona nei versi: forse, quel "nei" o la virgola o, la butto lì, una parola che evochi il vedere la goccia di miele riflessa negli occhi verdi...
Comunque, visto il successo tutto al femminile, la mia è solo una lettura diversa. ;-)
Forse, in questo caso, suggerirei alla tua fan/aspirante sposa, di superare un tantino la "materia" del poetare ed entrare nel merito della poesia.

 carola bruno - 22/06/2011 18:04:00 [ leggi altri commenti di carola bruno » ]

io non sono come sai molto interessata alle lettere, ma devo ammettere che tante persone fra chi ti commenta sembrano interessate al tuo modo di scrivere e non solo :-)
la mia stima la conosci, non c’è bisogno di parole superflue

 monica martinelli - 21/06/2011 13:29:00 [ leggi altri commenti di monica martinelli » ]

Io non trovo che sembra una poesia scritta da un seduttore o amatore che affina le armi della seduzione. Ma semplicemente da un uomo (con la barba!) che regala i suoi versi d’amore dal sapore d’assenzio e di miele…
un saluto
monica

 maura - 20/06/2011 10:43:00 [ leggi altri commenti di maura » ]

Mi accorgo che la narrazione dei tuoi versi si lascia catturare da commenti di ogni sorta. Non è facile smettere di leggerti, di volta in volta ci si nutre di questa forza e si tende a lasciarsi rapire, come ascoltando musica d’autore. Non è difficile comprendere l’entusiasmo che generi nei lettori.

 Francesco Repetto - 20/06/2011 09:42:00 [ leggi altri commenti di Francesco Repetto » ]

Molto onorato, ma sono costretto a rifiutare, non c’è bisogno che rifletta.. Ho già dato, dopo un primo matrimonio, mi è stato consigliato di non ricadere in errore..

 Patrizia - 20/06/2011 09:21:00 [ leggi altri commenti di Patrizia » ]

Avresti dovuto darle un titolo più audace, vuoi un suggerimento?
Cunnilingus...
Se usi la bocca e le dita e ne sono certa, come usi la voce quando leggi le mie poesie, potrei chiederti la mano...
Mi sposeresti? Potremmo scrivere tante ma tante liriche interessanti... Sono seria, riflettici...

 Loredana Savelli - 20/06/2011 09:05:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

Molto d’effetto: non si sa chi sia il seduttore e il sedotto...
Ciao

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verrà data la possibilità all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignità dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sarà tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potrà essere anche negativo ma non dovrà entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno può sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sarà memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potrà essere messo a disposizione dell'autorità giudiziaria.