LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo proposto da Giorgio Mancinelli
Cinema in Movimento - coll. Cineuropa News

- Se sei un utente registrato il tuo commento sarà subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sarà letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sarà inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo più veloce per commentare è quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, è possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, è possibile che tu abbia già impostato tale servizio: [ autenticati ]


CINEMA IN MOVIMENTO - In collaborazione con CINEUROPA NEWS.


INDUSTRIA / MERCATO Svizzera
La Svizzera mette a disposizione 280 milioni di franchi per la cultura
di Muriel Del Don

16/04/2020 - Il Consiglio federale ha reso pubbliche le misure di sostegno per quanto riguarda la cultura. Alcune misure speciali anche per il cinema
I professionisti della cultura aspettavano con ansia le decisioni del Consiglio federale, coscienti di essere, in questo momento storico di crisi dovuta alla pandemia di Coronavirus, in una situazione di estrema fragilità e precarietà. “La cultura non sarà dimenticata” assicura il Consiglio federale, come a voler rassicurare un settore che teme per il proprio futuro dopo l’annullazione di numerose manifestazioni artistiche e culturali (cinema compreso). Una prima ondata di aiuti stimata a 280 milioni di franchi è stata messa a disposizione del mondo della cultura per i prossimi due mesi: cinema, arti dello spettacolo, design, arti visive, letteratura, musica e musei. La situazione sarà rivalutata alla fine di questo periodo.
Le misure generali, che possono essere applicate a numerose produzioni cinematografiche, comprendono innanzitutto la disoccupazione parziale per i CDD e gli impiegati che è stata estesa e le cui procedure di richiesta sono state facilitate. Questa misura si rivolge alle persone che si sono viste ridurre il tempo di lavoro a causa dell’annullazione o della posticipazione di una produzione in corso o futura. Sono eleggibili non solo gli impiegati in CDI ma anche quelli in CDD e gli stessi datori di lavoro (cifra forfetaria di 3'320 franchi per un tempo pieno e indennizzata al 100%). Gli indipendenti possono invece accedere alle indennità di perdita di guadagno calcolate sulla base degli acconti AVS (Assicurazione vecchiaia e superstiti). Le indennità giornaliere sono plafonate a 196 franchi al giorno, cifra considerata dall’AROPA (Associazione romanda della produzione audiovisiva) come molto bassa. Molti indipendenti nel settore dell’audio video svolgono anche altri lavori salariati in parallelo alla loro attività artistica ma non avranno il diritto di cumulare le indennità.
Nel caso le imprese riscontrassero delle difficoltà finanziarie per pagare i salariati e le fatture, la Confederazione ha anche sbloccato un fondo di 20 miliardi per agevolare dei prestiti a interessi bassi (nulli fino a 500'000 CHF e del 0.5% tra i 500'000 e i 20 milioni di CHF) e per degli anticipi di liquidità. I prestiti sono sottomessi a una breve analisi della situazione finanziaria della società e plafonati al 10% della cifra d’affari. La Confederazione ha inoltre bloccato i procedimenti penali e sospeso un determinato numero di tasse, canoni e altre imposte (per esempio la TVA) per favorire le liquidità delle imprese.
Tra gli aiuti specifici alla cultura, la Confederazione ha affidato a Suisseculture Sociale la missione di attribuire degli aiuti d’urgenza per gli artisti e gli attori-trici culturali in difficoltà. Dei prestiti complementari sono previsti nell’ambito culturale fino a 30% della cifra d’affari. Tra le misure previste, i pregiudizi finanziari subiti a causa dell’annullazione di un festival o dell’arresto di una produzione per esempio, saranno indennizzati fino all’80% del pregiudizio. Ogni cantone deciderà della messa in atto di questi aiuti. L’OFC (Ufficio federale della cultura), la SSR e le fondazioni regionali (Cinéforom, ZFS, ecc.) si sono inoltre accordati per un finanziamento complementare dei progetti modificati a causa della pandemia. La SSA e Suissimage cercano delle soluzioni complementari per sbloccare dei fondi che inglobino le perdite non coperte dalle misure messe già in atto.
Per quanto riguarda le sale cinematografiche, Edna Epelbaum presidente dell’Associazione Svizzera dei Cinema (ASC) afferma che le perdite possono essere stimate a 60 milioni per quanto riguarda il periodo da marzo a fine maggio. I distributori e i gestori propongono la messa a disposizione online dei film. Il distributore indipendente losannese Outside the Box continua a fare uscire i suoi film ogni mercoledì in versione theatrical VOD a 10 CHF a biglietto (50% va al distributore e 50% alla sala cinematografica scelta da colui che ha acquistato il biglietto). Per il futuro si sta pensando a delle uscite miste: in sala e in VOD.

CANNES 2020 Marché du Film
Cannes lancia ufficialmente il Marché du Film online
di Fabien Lemercier

17/04/2020 - Il Festival di Cannes ha svelato i dettagli organizzativi del Marché du Film online che si svolgerà dal 22 al 26 giugno
"No one knows what the second half of the year may bring and whether it will be possible to organize major film events again in 2020, including the Festival de Cannes. But Cannes has decided to adapt its format for this peculiar year. Here's a first initiative: a Marché du Film Online, launched by Jérôme Paillard, Executive Director of the Marché. This brand new kind of market is organized in consultation with and with the participation of many professionals from all over the world," has just announced Thierry Frémaux, General Delegate of the Cannes Film Festival whose artistic component, being unable to unfold in a physical form in the upcoming few months (read the news) is still in limbo and in a period of reflection (creation of a Cannes2020 Label? World premieres in Lyon in October? Special alliance with the Venice Film Festival, if the latter takes place?, etc.).
However, the Cannes Film Festival is therefore announcing the launch of the Marché du Film Online, an online market which will unfold from 22 to 26 June 2020 to support the international film industry and help professionals, who will be offered virtual booths for international sales agents (a digital equivalent to their booths in Cannes which will allow them to connect with buyers and to display their new films and projects-in-progress), virtual pavillions for institutions (just like on the Croisette in the International Village), video meetings (via the Marché du Film networking app Match&Meet), online screenings (for films that are completed or in post-production and for project presentations, which will be programmed according to set schedules in about fifteen virtualcinemas, with reruns organised for buyers in different time zones). The platform will be based on Cinando’s technology and on strict security measures (DRM, individual watermark and real-time management and monitoring of admissions to screenings).
It is also worth noting that the programs and conferences Cannes Docs, Cannes Next, Producers Network, Goes to Cannes, Frontières or Fantastic 7 will for the most part be transported and adapted to the digital space and that the Marché du Film Online will also offer Speed meetings around composers, book publishers or producers. Finally, Cannes XR, dedicated to immersive entertainment, will present its projects in an environment where films can be viewed with a VR headset.
"In this challenging situation, the film industry is expressing a need for a spring rendez-vous,” said Jérôme Paillard. “A survey we conducted last week among distributors around the world reveals that 80% of them are interested in an online market and 66% have the capacity to make acquisitions (mainly of completed films but also of films in post-production and writing). We won't replace the Cannes experience with the Marché du Film Online, but we are recreating part of its essence online by offering professionals an efficient and cutting-edge platform to screen films, buy them, finance projects and meet partners. We're also experimenting a new market model that will allow professionals who didn't have the means or the time to come to Cannes to participate".
Accreditations for the Marché du Film Online will soon be available for industry professionals at an early bird rate of €95 until May 29 and at a €195 normal rate after that.

INDUSTRIA / MERCATO Italia
TorinoFilmLab lancia il suo primo workshop ScriptLab online
di Vittoria Scarpa

16/04/2020 - Il primo modulo del programma di punta del lab torinese, riservato ai progetti nella loro prima fase di sviluppo, prende il via il 16 aprile in versione digitale con 20 filmmaker. Doveva tenersi a Leopoli, in Ucraina, lo scorso marzo, ma a causa della diffusione del COVID-19, è stato completamente riprogettato per adattarsi all’emergenza sanitaria globale. Così, anche il TFL ScriptLab sbarca online. Il primo modulo del programma di punta del TorinoFilmLab, quello riservato ai progetti nella loro prima fase di sviluppo, prende il via oggi, 16 aprile, in versione digitale, dando il benvenuto a 20 team di filmmaker al lavoro sulle loro opere prime e seconde (c’è anche un’opera terza), provenienti da tutto il mondo.
I progetti sono divisi in cinque gruppi da quattro, ciascuno guidato da uno dei tutor del TFL: Philippe Barrière (Francia), Rasmus Horskjaer (Danimarca), Franz Rodenkirchen (Germania), Maria Solrun (Islanda) e Françoise von Roy (Germania). Questo primo workshop sarà distribuito tra metà aprile e metà maggio per offrire un contesto creativo continuativo, attraverso una combinazione di sessioni plenarie, di gruppo e individuali, oltre a numerosi eventi speciali per stimolare il networking. Il lavoro proseguirà per tutto l’anno, fino al TFL Meeting Event previsto per novembre 2020.
“ScriptLab è un programma che ha cambiato forma nel corso degli anni, ma ha sempre mantenuto la convinzione che uno scambio continuo tra colleghi sia una risorsa inestimabile per lo sviluppo dinamico e creativo nelle prime fasi di scrittura di una sceneggiatura”, afferma Eva Svenstedt Ward, Head of Studies di ScriptLab, a proposito della necessaria evoluzione digitale temporanea del workshop.
Nella lista dei partecipanti allo ScriptLab di quest’anno si segnalano, con le loro opere seconde, il regista svizzero Hannes Baumgartner (Midnight Runner [+]), l’olandese Rosanne Pel (Light as Feathers [+]), la croata Hana Jušić (Quit Staring at My Plate [+]), l’israeliano Yona Rozenkier (The Dive [+]), la belga Cecilia Verheyden (Achter de wolken [+]) e la spagnola Celia Rico Clavellino (Viaje al cuarto de una madre [+]). "La selezione di ScriptLab 2020 è entusiasmante e diversificata”, commenta Amra Bakšić Čamo, curatrice del TFL. “I progetti trattano temi come identità contemporanee, famiglie, storia, questioni sociali e ambientali, interpretando in modo originale i generi e mettendo in discussione forme e formati. Siamo felici che la nostra selezione quest'anno presenti in gran parte progetti di donne sceneggiatrici e registe, con la speranza di inaugurare una nuova era nel nostro settore".

I 20 progetti di TFL ScriptLab 2020:
After Dark - Erenik Beqiri (Albania) (opera prima)
Blustar - Stella Kyriakopoulos (Grecia), co-sceneggiato da Margaret Shin (Stati Uniti) (opera prima)
Calf’s Head - Rosanne Pel (Paesi Bassi) (opera seconda)
Elbow - Aslı Özarslan (Germania), co-sceneggiato da Claudia Schaefer (Germania) (opera prima)
God Will Not Help - Hana Jušić (Croazia) (opera seconda)
Home - Or Sinai (Israele) (opera prima)
Insectarium - Hannes Baumgartner (Svizzera), in collaborazione con Swiss Films (opera seconda)
La cercanía - Jorge Thielen Armand (Venezuela) (opera terza)
Mongrel - Chiang Wei Liang (Singapore) (opera prima)
Night Butterflies - Marta Prus (Polonia) (opera prima)
Pax Europa - Oliver Adam Kusio (Polonia) (opera prima)
Recognition - Ondřej Novák (Repubblica Ceca), co-sceneggiato da Lucia Kajánková (Slovacchia) (opera prima)
Siberia - Yona Rozenkier (Israele) (opera seconda)
Skiff - Cecilia Verheyden (Belgio), in collaborazione con VAF – Flanders Audiovisual Fund (opera seconda)
Sleepless City - Guillermo García López (Spagna) (opera prima)
Small Country - Pablo Aparo (Argentina) (opera prima)
Spectrum - Philbert Aimé Mbabazi (Ruanda) (opera prima)
The Flares - Danielle Lessovitz (Stati Uniti) (opera seconda)
The Little Love - Celia Rico Clavellino (Spagna) (opera seconda)
Uk Kei - Leonor Teles (Portogallo), co-scenggiato Ágata de Pinho (Portogallo) (opera prima)



Nessun commento

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verrà data la possibilità all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignità dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sarà tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potrà essere anche negativo ma non dovrà entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno può sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sarà memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potrà essere messo a disposizione dell'autorità giudiziaria.