LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di Graced
Il fulcro della vita

- Se sei un utente registrato il tuo commento sarà subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sarà letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sarà inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo più veloce per commentare è quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, è possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, è possibile che tu abbia già impostato tale servizio: [ autenticati ]

 

 

 Un nuovo inverno
si profila come quello passato,
c’è ancora abbandono di fiducia
per questo virus che continua a falciare vite.

Siamo come i carcerati senza le sbarre,
obbligati a sottostare a determinate regole
perché la pandemia possa regredire.

Gli affetti li osserviamo a distanza
con la gola chiusa dall’emozione trattenuta
perché privi di dare loro una carezza un bacio
o un abbraccio.

Ci addolora non poter soddisfare
quell’anelito desiderato:
è una sofferenza che spegne la gioia.

Si va avanti come soldatini
chiedendoci quando questa clausura finirà
per poter ritornare a vivere le gioiose primavere
in mezzo alla natura,
andare per le strade in mezzo alla gente
senza paura di contagiarci a vicenda.

Chissà quando potremo godere dei colori
del cielo e del mare tutti vicini
riprovando ancora quelle emozioni
che sono il fulcro della nostra vita.

 
Grazia Denaro

Commento non visualizzabile perché l'utenza del commentatore è stata disabilitata o cancellata.

 Franca Colozzo - 12/12/2020 19:46:00 [ leggi altri commenti di Franca Colozzo » ]

Cara Graced, non è stato un anno facile per nessuno di noi. Io ho una figlia negli Emirati Arabi che non riesco a vedere dallo scorso Natale e che non vedrò nemmeno ora, perché teme di non riuscire a tornare indietro per il lavoro che l’aspetta. L’altra, pur stando solo a 70 km di distanza, ma nella regione Campania, è in attesa di capire come fare a venire dal momento che il Governo cambia idea ogni giorno sul da farsi. C’è troppa confusione e non è vero affatto che l’Italia (terzo paese al mondo per contagi), abbia gestito la crisi in maniera ottimale. Ho scritto almeno dodici articoli in merito sui giornali stranieri, twitter a Conte, etc.
Per farti un esempio concreto, negli Emirati si possono fare facilmente i tamponi. Qui da me, invece, si deve andare al Campo Biomedico o altro nella capitale, per sottoporsi ad un tampone e sperare che arrivi in tempo utile il certificato per potersi imbarcare. Mia cognata, residente al Cairo con la famiglia, è stata respinta due volte all’aeroporto a causa dei risultati giunti in ritardo. Non ti dico le spese di taxi da Gaeta a Roma e di biglietti aerei! Questo per farti capire quanto sia tutto strumentale nel nostro Bel Paese, tra continui dissidi stato/regioni e controversie che ci stanno portando allo sfascio. Un esempio per tutti: l’Alitalia ci è costata 12 miliardi in 40 anni circa. Ma tra poco è Natale e gli italiani pensano al pranzo, cenone, etc... Buona serata e sereno weekend.

 Graced - 12/12/2020 07:17:00 [ leggi altri commenti di Graced » ]

Si Arcangelo spero che questa pandemia possa volgere al termine al più presto possibile, perché ogni sera la conta dei morti e la situazione degli ospedali mi ha creato una certa ansietà, senza contare che siamo isolati gli uni dagli altri: genitori e figli non conviventi, nipotini che non senti da tantissimo tempo se non al telefono, e poi pensieri di altre malattie concomitanti che vengono trascurate a causa del Covid, fa diminuire la serenità e di conseguenza anche l’entusiasmo con cui affrontare la vita. Un caro saluto da Grazia!

 Graced - 12/12/2020 07:08:00 [ leggi altri commenti di Graced » ]

Grazie di aver apprezzato questi versi Salvatore. Questa poesia è uno sfogo dell’anima che, ultimamente, sento inquieta, speriamo che le cose migliorino, in modo da vivere questa vita che ci resta con un po’più di serenità, credo che tutti quanti noi ne abbiamo bisogno. Ti auguro un sereno weekend ed affettuosamente ti saluto, Grazia!

 Graced - 12/12/2020 07:02:00 [ leggi altri commenti di Graced » ]

Ti ringrazio della tua affettuosità nei miei confronti cara Franca, ma in questo periodo ho interagito poco con la scrittura e con FB, mi sento un po’ demotivata, non so, forse quest’ultimo anno è stato abbastanza pesante da sopportare con l’ansia di dover contare i morti ogni sera e poi la paura per i miei figli che dovendo continuare a lavorare fuori casa, avevo troppa paura che si infettassero. Adesso speriamo che questa situazione peggiori in modo da essere più sereni. Grazie della visita ed un grande abbraccio affettuoso da Grazia.

 Arcangelo Galante - 11/12/2020 06:08:00 [ leggi altri commenti di Arcangelo Galante » ]

Scorrevole e piacevole lettura: una riflessione saliente sul fulcro della vita e tutte le sue manifestazioni, che si intersecano coi loro percorsi oggettivi, affettivi e relazionali.
E se tutto ciò rappresentasse una tangibile prova emotiva?
Chissà, come ciascun cuore lo potrà interpretare!
Ma, nel frattempo, ci si addolora nel non poter soddisfare quell’anelito desiderato, giacché, vivere l’odierna situazione, è una sofferenza che spegne la gioia.
Anche l’inverno della pandemia volgerà al termine, riportando all’anima nuove primavere colme di fiorite speranze, le quali, andranno godute appieno, specie nel futuro prossimo.
Veritiere considerazioni, le tue, amica di penna!

 Salvatore Pizzo - 11/12/2020 02:19:00 [ leggi altri commenti di Salvatore Pizzo » ]

Una intensa e sentita poesia in forma epistolare, quasi una lettera spedita al vento a che venga consegnata a chi di dovere. E, soprattutto: condivisa. Sì, perchè sono tempi in cui è la condivisione a salvarci.
Grazie di cuore ed un più che caro saluto.

ps: la pandemia di Spagnola in un paio d’anni fece più di 20.000.000 di morti. In poche parole ne uccise molti di più della prima guerra mondiale.

 Franca Colozzo - 08/12/2020 19:26:00 [ leggi altri commenti di Franca Colozzo » ]

Passerà anche questo inverno, cara Graced, come purtroppo tutta la vita che ci sembrerà un battito d’ali di farfalla. Prendi al volo anche questi giorni incartati di solitudine, intessendo perle al posto di lacrime, sorrisi al posto di insoddisfazione. Siamo prigionieri di questo tempo ingrato, ma ne usciremo vincitori. Non gettare alle ortiche questi giorni, ma fanne tesoro. Un abbraccio virtuale.

 Graced - 08/12/2020 18:22:00 [ leggi altri commenti di Graced » ]

Ti ringrazio del commento che è molto vicino al mio sentire, in effetti chi mai avrebbe potuto pensare succedesse una cosa simile, una pandemia che non riesca sedarsi, è ciò che mi fa paura, sono queste ondate che pare non vogliano smettere. La mia inquietudine sarà perché non abbiamo mai vissuto un periodo cosi lungo di pandemia, so che nel 900 c’era stata la pandemia di spagnola, è durata molti anni e sono decedute migliaia di persone. Ma alla fine anche quella gli scienziati sono riusciti a vincere. Speriamo che anche adesso riescano al più presto a debellarla. Ti ringrazio della tua visita e della bellissima poesia che mi hai regalato, mi è stata di grande conforto. Un caro saluto da Grazia.

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verrà data la possibilità all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignità dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sarà tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potrà essere anche negativo ma non dovrà entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno può sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sarà memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potrà essere messo a disposizione dell'autorità giudiziaria.