LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di Giuseppe Venticinque
Accade adesso

- Se sei un utente registrato il tuo commento sarÓ subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sarÓ letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. SarÓ inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo pi¨ veloce per commentare Ŕ quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, Ŕ possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, Ŕ possibile che tu abbia giÓ impostato tale servizio: [ autenticati ]

In questo luogo e tempo

Affido colore alle parole

Non è pastello taciuto al vento

La tua essenza di un giorno spento

O forse è questo credere

Il vuoto sentimento.

Come il silenzio ondeggia

Dal mare alla deriva senza meta

D'impeto sospinto da amare

Adesso che nasce una cometa.

 Franca Colozzo - 07/04/2018 19:38:00 [ leggi altri commenti di Franca Colozzo » ]

Accade adesso, hai ragione ad affidare colore alle tue parole. Accade adesso al tuo sentimento che oscilla come vela al vento, nel vuoto che accoglie a volte i nostri pensieri, di sogni infranti e di impeti. Belle le tue parole con quella forza che la deriva stessa porta con sÚ e con l’amore che, al di lÓ di ogni cosa, ci circonda della sua luce come una passeggera cometa.
Accade adesso purtroppo ed apro una dolorosa parentesi. Mentre scrivo questo commento, mi Ŕ giunta notizia di un altro atto terroristico a MŘnster, Germania: veicolo lanciato contro la folla. Nel momento in cui scrivo sono 3 i morti ed oltre 30 i feriti, alcuni dei quali molto gravi.
Mi dispiace inserire questo mio ulteriore commento nella tua poesia di tutt’altro genere e sentore, ma ho voluto far partecipe chi legge del male che ci sta attanagliando. Mi chiedo allora se essere poeti non significhi anche farsi carico di questo pesante fardello, come spesso faccio io, assoggettandomi poi a qualche critica di chi fa della poesia un bel quadretto bucolico, lontano dalla cruda realtÓ che stiamo vivendo. A volte mi sembra di vivere come ne: "Il giardino dei Finzi Contini", mentre il mondo sta cadendo a pezzi.
Questa Ŕ un’epoca dannata, non ci sono parole! Il ricordo di Fabrizia (strage dei mercatini di Natale a Berlino) Ŕ ancora vivo nella mia memoria. Un omaggio alla giovane italiana morta in quell’occasione: http://www.larecherche.it/testo.asp?Id=40795&Tabella=Poesia
Scusami per questo mia digressione riguardo alla tua poesia, che mi Ŕ piaciuta molto per qualche sinestesia qua e lÓ e per il ritmo metrico di alcuni termini. Buon fine settimana e buona serata.

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verrÓ data la possibilitÓ all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignitÓ dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sarÓ tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potrÓ essere anche negativo ma non dovrÓ entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno pu˛ sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sarÓ memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potrÓ essere messo a disposizione dell'autoritÓ giudiziaria.