LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di Loredana Savelli
amore obeso

- Se sei un utente registrato il tuo commento sarà subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sarà letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sarà inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo più veloce per commentare è quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, è possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, è possibile che tu abbia già impostato tale servizio: [ autenticati ]

1

chi ingrassa la terra di amore? 

gli uni per gli altri
cibo
ma  la sete 
non si placa


2

tre enormi gabbiani sul tetto_
dallo sfondo cosa vedono i gabbiani?
quali laide saggezze
riferiscono all’alba?

 Domenico Morana - 29/03/2011 19:57:00 [ leggi altri commenti di Domenico Morana » ]

Carissima Loredana,
è da un po’ di tempo che leggo/osservo affascinato le tue poesie in dittico. Mi danno lo stesso stupore con cui da bambino maneggiavo quelle figurine ricoperte di plastica zigrinata con tante linee fitte fitte parallele che sembrano far muovere gli oggetti rappresentati al muoversi della figurina stessa. Credo che il termine tecnico giusto per definirle sia quello di "immagini lenticolari".
Beh, per me l’effetto è simile a quello, e credo sia la cosa in assoluto la più nuova, in termini di linguaggio poetico, che mi sia capitato di incontrare in questo sito.
Con un metodo analogo (in mente avevo i cinelibri in voga negli anni quaranta) si dipanano le sequenze di quartine proposte qualche tempo fa a Maggiani & Co. per un e-book. Il metodo era però quello, per me automatico, d’un continuo slittamento del punto di vista in un flusso continuo/discontinuo di immagini sonore, spesso in contrepèterie.
Il tuo metodo, che battezzo nel nome di Attis col nome di "Poesia Lenticolare", esige certamente maggiore concentrazione e rigore.
Non è ammesso margine d’errore, pena la perdita dell’effetto straniante della giustapposizione in dualismo magico (benissimo anche per l’abolizione delle maiuscole - si tratta di dittici poetici, non di pale d’altare).
Bravissima.
Un saluto affettuoso
Domenico

 Luca Soldati - 29/03/2011 17:44:00 [ leggi altri commenti di Luca Soldati » ]

"[...] cosa vedono i gabbiani
tra condomini di piccoli uomini [...]"
Vedono che "le facce comuni nei luoghi pubblici sono più sagge e più belle dei volti pubblici nei luoghi privati" (Auden) :-)
Davvero due bellissime composizioni.

Ciao Loredana.

 pietromenditto - 29/03/2011 11:21:00 [ leggi altri commenti di pietromenditto » ]

Carissima Loredana, molto, molto più di un passo.
La chiusa della tua poesia “quali laide saggezze / riferiscono all’alba?” è degna del migliore Auden.
Ti abbraccio forte, quanto consentono il decoro e la galanteria.

Totus tuus.

Pietro

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verrà data la possibilità all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignità dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sarà tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potrà essere anche negativo ma non dovrà entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno può sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sarà memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potrà essere messo a disposizione dell'autorità giudiziaria.