LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di Ferruccio Frontini
Zum zum

- Se sei un utente registrato il tuo commento sarà subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sarà letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sarà inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo più veloce per commentare è quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, è possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, è possibile che tu abbia già impostato tale servizio: [ autenticati ]
Zum zum

Eravamo io, Zac, Zizi e Zaccaria, un zanza con i calzoni alla zuava e uno zaino in zibellino senza zip, pronti ad andare nel locale da ballo La zarzuela gestito da una certa Zoe di Zagabria amante degli zoccoli con la zeppa di zinco e delle zeppole di sua zia Zoraide, una zingara con due zinne come zampogne !
Zigzagando a spasso di zumba mi scontrai con uno zoticone con un cappello ornato di zagare che, zompandomi addosso, mi procurò un'abrasione allo zigomo che ricambiai prontamente con una pedata agli zebedei tanto che lanciò un urlo disumano imprecando contro Zoroastro, Zarathustra, Zorro e Za-la-mort !!
Ci portarono tutti e due da un curandero lì vicino
che ci medicò prontamente con una zuppa ristretta a base di zoccoli di zebra dello Zaire, zollette allo zibibbo e zolfo in polvere zuccherato.
Così ristabilito, decisi  di partire per la Nuova Zelanda per andare a trovare mia zia Zelinda che aveva una miniera di zirconi e una piantagione di zucche e di zenzero nella sua fattoria a emissioni zero.
Dopo i soliti convenevoli decisi di fare delle escursioni, zaino in spalla e con la sola dotazione di  una zappa, una lozione contro le zanzare, un CD di Renato Zero e una foto delle mie ultime vacanze a Zurigo e a Zermatt.
Fu così che nel girovagare conobbi una zitella di Zagabria un poco zoccola che suonava la zampogna e viveva in una casa a forma di ziggurat che mi invitò a cena per farmi assaggiare le sue specialità, zite  alla zulu, zabaglione senza zucchero, zampette di zanzara in crema di zucchina, uno zuccotto a zero calorie
e, per finire in bellezza un paio di zum-zum su una comoda stuoia zebrata... e vaiii....
Evviva Zapata !!

Nessun commento

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
 
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verrà data la possibilità all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignità dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sarà tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potrà essere anche negativo ma non dovrà entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno può sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sarà memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potrà essere messo a disposizione dell'autorità giudiziaria.