LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di Lara Puce
I sassi della strada vecchia di Trezza

- Se sei un utente registrato il tuo commento sarà subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sarà letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sarà inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo più veloce per commentare è quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, è possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, è possibile che tu abbia già impostato tale servizio: [ autenticati ]

Non appena apro il finestrino l'odore della strada bagnata accarezza i miei sensi.

L'aria densa, l'umidità percepita quanto e più della pioggia stessa... Poso la nuca sul poggiatesta, chiudo gli occhi e immediatamente i pensieri vagano. Non posso farci nulla, è lì che corrono... o meglio, da lui...

 

Ero in libreria con la mia più cara amica quella sera e, come al solito, presi in mano "I Malavoglia" di Verga e ne sfiorai la copertina. -Ogni volta che lo vedo non posso fare a meno di leggerne l'inizio- le dissi; -è come ricevere una carezza da un vecchio amico-. Mi guardò rassegnata, sapeva già che avrei pronunciato ad alta voce quelle parole.

"Un tempo i Malavoglia erano stati numerosi come i sassi della strada vecchia di Trezza; ce n'erano persino ad Ognina e ad Aci Castello, tutti buona e brava gente di mare, proprio l'opposto di quel che sembrava dal nomignolo, come dev'essere."

Sollevai lo sguardo per incontrare i suoi occhi aspettandomi la solita espressione, un misto tra il dolce e il compassionevole.

Ma nel medesimo istante una voce alle nostre spalle carezzò la mia nuca scoperta.

-Può rileggerlo, signorina? E' così bello sentire il suono di casa...

Mi voltai immediatamente, ritrovandomi di fronte ad un paio d'occhi neri che sorridevano ma, era evidente, non scherzavano. Fu la magia del momento, probabilmente,o forse solo la mia immaginazione... rilessi un'altra volta quella frase e l'uomo misterioso ringraziò.

-Grazie. L'incanto della sua voce e il fascino del suo sguardo hanno rimescolato un passato ed un futuro incerti, regalandomi un prezioso istante nel presente.-

Non potei fare a meno di osservarlo mentre prendeva il libro dalle mie mani, lo portava in cassa e lo riconsegnava a me...

Non disse nulla, semplicemente andò via. Ed io rimasi così, sbalordita e affascinata da un uomo che sembrava apparso dal nulla, tra incanto e realtà...

 

Un'eternità sembrava passata da quel momento, invece erano solo sei mesi...

Quella famosa sera, nella quiete della notte, aprii il libro per rileggere quei righi ormai così ricchi di significato; sfogliai rapidamente le pagine e ne cadde un bigliettino con su scritto un numero di telefono.

Fu l'inizio.

E la fine.

Nel medesimo istante.

Il tempo trascorso insieme mi fece capire quanto dalla vita potevo avere e quanto la vita mi stava togliendo...

Ora, con la testa pesante posata sul sedile dell'auto, mi ritrovo ad annusare attimi perduti che so, non ritorneranno.

Ma hanno rigenerato la mia anima regalandomi prospettive sconosciute e sensazioni amplificate.

 

Lui non era che la parte nascosta di me; dovevo solo scoprirlo.

Nessun commento

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verrà data la possibilità all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignità dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sarà tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potrà essere anche negativo ma non dovrà entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno può sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sarà memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potrà essere messo a disposizione dell'autorità giudiziaria.