LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo proposto da Redazione LaRecherche.it
Per fare l’albero ci vuole il seme… della follia

- Se sei un utente registrato il tuo commento sar subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sar letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sar inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo pi veloce per commentare quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, possibile che tu abbia gi impostato tale servizio: [ autenticati ]

Ci siamo appena lasciati alle spalle un anno per molti versi faticoso, complesso, che ha aggravato le difficoltà del mondo editoriale, che non sta certo vivendo uno dei suoi momenti più floridi. Eppure è nelle difficoltà che si vedono i germogli del cambiamento. Sono le difficoltà a farci trovare il coraggio, a farci realizzare cosa è davvero importante, a farci assumere scelte non convenzionali.

Ecco perché vogliamo dedicare la prima intervista di questo nuovo anno a Il ramo e la foglia edizioni, una casa editrice che ha sfidato lo scettiscismo, il pessimismo che aleggia sul mondo dell’editoria, e ha aperto i battenti proprio durante questo periodo di emergenza sanitaria.

Una casa editrice indipendente, nata grazie alla passione e alla dedizione di Roberto Maggiani e Giuliano Brenna, che affonda le proprie radici nel mondo delle riviste letterarie e il cui primo titolo arriverà nelle librerie il 4 febbraio con il romanzo L’isola che non c’era, di Leonardo Bonetti.

Una casa editrice che si occuperà di narrativa, ma anche di poesia e di saggistica e si propone di farlo dando voce a testi che hanno qualcosa da dire, privilegiando i contenuti rispetto alla commerciabilità.

 

Leggi l'intervista su Offline

www.rivistaoffline.it/wp/2021/01/04/per-fare-lalbero-ci-vuole-il-seme-della-follia/

 

 Marisa Madonini - 17/01/2021 15:52:00 [ leggi altri commenti di Marisa Madonini » ]

Congratulazioni vivissime per l’intraprendente iniziativa. Occorrono entrambi i semi: quello dell’esperienza e quello di buona follia
Continuo a leggere intervista via mail
Marisa

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verr data la possibilit all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignit dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sar tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potr essere anche negativo ma non dovr entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno pu sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sar memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potr essere messo a disposizione dell'autorit giudiziaria.