LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo proposto da Ferdinando Battaglia
Hanno sloggiato Ges��

- Se sei un utente registrato il tuo commento sar subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sar letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sar inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo pi veloce per commentare quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, possibile che tu abbia gi impostato tale servizio: [ autenticati ]
Savvicina Natale e le vie della citt sammantano di luci.
Una fila interminabile di negozi, una ricchezza senza fine, ma esorbitante. A sinistra della nostra macchina ecco una serie di vetrine che si fanno notare. Al di l del vetro nevica graziosamente: illusione ottica. Poi bambini e bambine su slitte trainate da renne e animaletti waltdisneyani. E ancora slitte e babbo-Natale e cerbiatti, porcellini, lepri, rane burattine e nani rossi. Tutto si muove con garbo.

Ah! Ecco gli angioletti Macch! Sono fatine, inventate di recente, quali addobbi al paesaggio bianco.
Un bambino coi genitori si leva sulle punte dei piedini e osserva, ammaliato.
Ma nel mio cuore lincredulit e poi quasi la ribellione: questo mondo ricco si "accalappiato" il Natale e tutto il suo contorno, e ha sloggiato Ges!
Ama del Natale la poesia, lambiente, lamicizia che suscita, i regali che suggerisce, le luci, le stelle, i canti.
Punta sul Natale per il guadagno migliore dellanno.
Ma a Ges non pensa.
"Venne fra i suoi e non lo ricevettero"
"Non cera posto per lui nellalbergo" nemmeno a Natale.


Stanotte non ho dormito. Questo pensiero mi ha tenuta sveglia.
Se rinascessi farei tante cose. Se non avessi fondato lOpera di Maria, ne fonderei una che serve i Natali degli uomini sulla terra. Stamperei le pi belle cartoline del mondo. Sfornerei statue e statuette collarte pi pregiata. Inciderei poesie, canzoni passate e presenti, illustrerei libri per piccoli e adulti su questo "mistero damore", stenderei canovacci per rappresentazioni e film.
Non so quel che farei
Oggi ringrazio la Chiesa che ha salvato le immagini.
Quando sono stata, venticinque anni fa, in una terra in cui dominava lateismo, un sacerdote scolpiva statue dangeli per ricordare il Cielo alla gente. Oggi lo capisco di pi. Lo esige lateismo pratico che ora invade il mondo dappertutto.
Certo che questo tenersi il Natale e bandire invece il Neonato qualche cosa che addolora.
Che almeno in tutte le nostre case si gridi Chi nato, facendoGli festa come non mai.

(Da "Hanno sloggiato Ges" o "E torna Natale", entrambi pubblicati da Citt Nuova Editrice)



 Antonio De marchi-Gherini - 04/12/2010 22:41:00 [ leggi altri commenti di Antonio De marchi-Gherini » ]

Stesse rifleessioni che faceva David Maria Turoldo, ma ora la chiesa va a braccetto con i nuovi edonisti reganiani...le punte di diamante di C.L: Formigoni e Lupi; i don Verz e Gelmini ecc. non sono forse alla corte dell’Anticristo, altro che Impero del male comunista.

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
 
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verr data la possibilit all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignit dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sar tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potr essere anche negativo ma non dovr entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno pu sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sar memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potr essere messo a disposizione dell'autorit giudiziaria.