LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di Ferdinando Battaglia
Lettera a Sofia

- Se sei un utente registrato il tuo commento sarà subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sarà letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sarà inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo più veloce per commentare è quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, è possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, è possibile che tu abbia già impostato tale servizio: [ autenticati ]

Così ti scrivo, Sofia,

Da quest’isola di fuoco,

Con i lenti passi

Che a poco a poco

Mi conducono verso di te,

Lume fioco; mi conducono

Al fantasma della tua presenza,

Ché di te non possiedo che l’idea

Che la mente di desiderio infiamma

E della tua assenza

Avverto 

È ingordo il dramma.

Così ti scrivo, Sofia,

Commosso dalla tua verità

Fino al pianto,
Come si piange di piacere

Tra i seni di un'amante

Se più ardente

È stato il fuoco d'estasi…

Così ti scrivo, Sofia,

Arso da quel desiderio,

Arso

E ancora brucio

Finché rimango vivo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 Giovanni Baldaccini - 05/06/2013 14:21:00 [ leggi altri commenti di Giovanni Baldaccini » ]

Ciao Nando. Un testo bellissimo, molto sentito e elegante. complimenti!

 Alessandra Ponticelli Conti - 05/06/2013 13:47:00 [ leggi altri commenti di Alessandra Ponticelli Conti » ]

Stupenda!

 amina.narimi - 31/05/2013 14:30:00 [ leggi altri commenti di amina.narimi » ]

Sofia, un canto di foglie
di hangar,di vento, alcove altari boschi e radure
immota presenza acqua che fluttua la sua veste bianca
dentro c’è il mare di innumerevoli corpi
teche di suoni, accoglienza
negli occhi stremati E’ sacra Sofia
ogni minima fibra Canto di consonanza
bagnarsene
struggente itinerario di piedi disposti a camminare
con un cuore tutto bianco
come la Tua Lettera

 Emilio Capaccio - 31/05/2013 07:42:00 [ leggi altri commenti di Emilio Capaccio » ]

Poesia enormemente bella e sentita, Nando.

Un abbraccio.

 Loredana Savelli - 30/05/2013 20:59:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

MOLTO BELLA!!!
Sei quasi irriconoscibile, Nando, e cresci a vista d’occhio.
Ciao!!!!

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verrà data la possibilità all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignità dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sarà tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potrà essere anche negativo ma non dovrà entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno può sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sarà memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potrà essere messo a disposizione dell'autorità giudiziaria.