LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di Piero Passaro
Tentativi dell���accendino che servono nell���epilogo

- Se sei un utente registrato il tuo commento sar subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sar letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sar inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo pi veloce per commentare quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, possibile che tu abbia gi impostato tale servizio: [ autenticati ]

""Hai appena iniziato a leggere. 

Hai appena iniziato a leggere eppure sei ancora qui.

Hai appena iniziato a leggere eppure sei ancora qui. Coraggio, potresti vincere un premio se prosegui.

Hai appena iniziato  a leggere eppure sei ancora qui. Coraggio, potresti vincere un premio se prosegui la lettura. C'è una sorta di consapevolezza a cui potresti arrivare.

Hai appena iniziato  a leggere eppure sei ancora qui. Coraggio, potresti vincere un premio se prosegui la lettura. C'è una sorta di consapevolezza a cui potresti arrivare: quanto sei determinata come persone nel finire qualcosa, potresti pensare.

Hai appena iniziato a leggere eppure sei ancora qui. Coraggio, potresti vincere un premio se prosegui la lettura. C'è una sorta di consapevolezza a cui potresti arrivare: quanto sei determinata come persone nel finire qualcosa, potresti pensare "oh cavolo, ma allora sono una persona ostinata e determinata!" oppure potresti riflettere.

Hai appena iniziato a leggere eppure sei ancora qui. Coraggio, potresti vincere un premio se prosegui la lettura.C'è una sorta di consapevolezza a cui potresti arrivare: quanto sei determinata come persone nel finire qualcosa, potresti pensare "oh cavolo, ma allora sono una persona ostinata e determinata!" oppure potresti riflettere sul fatto che lo scrittore ti stia facendo perdere tempo e che poteva trovare meglio da fare.

Hai appena iniziato a leggere eppure sei ancora qui. Coraggio, potresti vincere un premio se prosegui la lettura. C'è una sorta di consapevolezza a cui potresti arrivare: quanto sei determinata come persone nel finire qualcosa, potresti pensare"oh cavolo, ma allora sono una persona ostinata e determinata!" oppure potresti riflettere sul fatto che lo scrittore ti stia facendo perdere tempo e che poteva trovare meglio da fare che cercare semplicemente, disperatamente, di comunicare con qualcuno.

Hai appena iniziato a leggere eppure sei ancora qui. Coraggio, potresti vincere un premio se prosegui la lettura. C'è una sorta di consapevolezza a cui potresti arrivare: quanto sei determinata come persone nel finire qualcosa, potresti pensare "oh cavolo, ma allora sono una persona ostinata e determinata!" oppure potresti riflettere sul fatto che lo scrittore ti stia facendo perdere tempo e che poteva trovare meglio da fare che cercare semplicemente, disperatamente, di comunicare con qualcuno attraverso la scrittura, luogo esule dall'inadeguatezza imperante, dai sistemi umani più pietosi e bassi.

Hai appena iniziato a leggere eppure sei ancora qui. Coraggio, potresti vincere un premio se prosegui la lettura. C'è una sorta di consapevolezza a cui potresti arrivare: quanto sei determinata come persone nel finire qualcosa, potresti pensare "oh cavolo, ma allora sono una persona ostinata e determinata!" oppure potresti riflettere sul fatto che lo scrittore ti stia facendo perdere tempo e che poteva trovare meglio da fare che cercare semplicemente, disperatamente, di comunicare con qualcuno attraverso la scrittura, luogo esule dall'inadeguatezza imperante, dai sistemi umani più pietosi e bassi che ci incatenano tutti i giorni nel quotidiano. Bisogna riconoscerlo.

Hai appena iniziato a leggere eppure sei ancora qui. Coraggio, potresti vincere un premio se prosegui la lettura. C'è una sorta di consapevolezza a cui potresti arrivare: quanto sei determinata come persone nel finire qualcosa, potresti pensare "oh cavolo, ma allora sono una persona ostinata e determinata!" oppure potresti riflettere sul fatto che lo scrittore ti stia facendo perdere tempo e che poteva trovare meglio da fare che cercare semplicemente, disperatamente, di comunicare con qualcuno attraverso la scrittura, luogo esule dall'inadeguatezza imperante, dai sistemi umani più pietosi e bassi che ci incatenano tutti i giorni nel quotidiano. Bisogna riconoscerlo: abbiamo pochissimo tempo.

Hai appena iniziato a leggere eppure sei ancora qui. Coraggio, potresti vincere un premio se prosegui la lettura. C'è una sorta di consapevolezza a cui potresti arrivare: quanto sei determinata come persone nel finire qualcosa, potresti pensare "oh cavolo, ma allora sono una persona ostinata e determinata!" oppure potresti riflettere sul fatto che lo scrittore ti stia facendo perdere tempo e che poteva trovare meglio da fare che cercare semplicemente, disperatamente, di comunicare con qualcuno attraverso la scrittura, luogo esule dall'inadeguatezza imperante, dai sistemi umani più pietosi e bassi che ci incatenano tutti i giorni nel quotidiano. Bisogna riconoscerlo: abbiamo pochissimo tempo e lo sprechiamo spesso come se potesse contare davvero qualcosa. Scrivere non ha senso.

Hai appena iniziato a leggere eppure sei ancora qui. Coraggio, potresti vincere un premio se prosegui la lettura. C'è una sorta di consapevolezza a cui potresti arrivare: quanto sei determinata come persone nel finire qualcosa, potresti pensare "oh cavolo, ma allora sono una persona ostinata e determinata!" oppure potresti riflettere sul fatto che lo scrittore ti stia facendo perdere tempo e che poteva trovare meglio da fare che cercare semplicemente, disperatamente, di comunicare con qualcuno attraverso la scrittura, luogo esule dall'inadeguatezza imperante, dai sistemi umani più pietosi e bassi che ci incatenano tutti i giorni nel quotidiano. Bisogna riconoscerlo: abbiamo pochissimo tempo e lo sprechiamo spesso come se potesse contare davvero qualcosa. Scrivere non ha senso; proprio come cercare di adattarsi. 

Esiste un calore soltanto - forse la madre delle alienazioni - ma vale la pena divampare per esso se solo ricordassimo come innescarci.

Hai appena iniziato a leggere eppure sei ancora qui.Hai appena iniziato a leggere eppure sei ancora qui.

Hai appena. Hai appena. 

Iniziato. Ancora. 

Qui.""

 Piero Passaro - 30/12/2017 17:04:00 [ leggi altri commenti di Piero Passaro » ]

Gentile Ivan Pozzoni,
la ringrazio per il suo brevissimo ma efficace commento.
Cordialmente

 Piero Passaro - 30/12/2017 17:03:00 [ leggi altri commenti di Piero Passaro » ]

Gentile Arcangelo Galante,
la ringrazio per i complimenti e per i commenti al testo. Probabilmente la serie su questi racconti introspettivi brevi continuer. Auguro anche a lei buon anno!
Cordialmente

 Arcangelo Galante - 30/12/2017 10:18:00 [ leggi altri commenti di Arcangelo Galante » ]

Nulla da dire: una bella pubblicazione, la quale, si fa leggere velocemente, fino in fondo, giacch appare scritta bene, con uno stile lineare e un filo conduttore logico, al di l del proprio contenuto introspettivo.
Le riflessioni esposte son ben congegnate e, forse, per quel che conta il parere mio, potrebbe preludere ad altre considerazioni pi consistenti, perch la bravura dell’autore, ben si presta a generare curiosit e stimolazione di pensieri, pure se la conclusione gi stata resa ufficiale.
Comunque sia, lascio i meritati complimenti.
Un cordiale saluto, gentile Piero.
Buon inizio di un felice anno nuovo!

 Ivan Pozzoni - 30/12/2017 01:18:00 [ leggi altri commenti di Ivan Pozzoni » ]

Bella! :-)

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verr data la possibilit all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignit dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sar tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potr essere anche negativo ma non dovr entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno pu sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sar memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potr essere messo a disposizione dell'autorit giudiziaria.