LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di Giuseppe Nutini
Astronomia

- Se sei un utente registrato il tuo commento sarà subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sarà letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sarà inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo più veloce per commentare è quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, è possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, è possibile che tu abbia già impostato tale servizio: [ autenticati ]

Disse ’stasera vedrai le stelle’
ma come e quali non precisò;
lei sentì vibrare tutta la pelle
e stanca d’aspettare lo baciò.
Lassù, nella specola in soffitta,
sbirciando gli astri più lontani
salirono un rombo di marmitta
e otto colpi d’una scacciacani.
Per lui segno provvidenziale
di chiudere bene l’abbaino
srotolare il soffice stuoino
imbandire ostriche e caviale.
Tuffandoci dentro i lamponi
si scolò più di qualche calice
e inventava le costellazioni,
’vedi’ le disse ’quella è il Salice’.
Lei, inesperta di astronomia,
si fidò ma le parve strano;
poi all’orecchio sentì ’bugia’, 
lui, disteso, porgeva la mano.
Si sfilò svelta il corpettino
avvertendo un caldo tormento
ma, svaccato sul tappetino,
l’astronomo era già sonnolento.
Provò a pizzicargli la faccia,
spruzzarci dello spumante;
del risveglio nessuna traccia:
il sonno astrale era pesante.
Lei tossì, starnutì, immusonì
per l’ennesima notte in bianco;
l’astronomo si girò sul fianco
e sul turgido seno si assopì.
La scarognata guardò in alto
domandando ai siderali spazi
di evitarle che cotanti strazi
la prendessero tutti d’assalto.
Lei da sempre la tipa focosa
con la fissa per i raffinati;
chissà ora in che nebulosa
sparivano gli ardori sperati.
Si levò a sedere sconfortata;
trovò a tentoni calze e gonna
sentendosi come una donna
alla fine della mascherata.
Provò a pensare che in fondo
sono giri di walzer del mondo 
ma anche quanto fosse fessa
a credere in ogni promessa.
Nella penombra del sottotetto
sciabolava un lontano fanale;
andò ad aprire l’anta a soffietto
e se le guardò... dal cannocchiale.

 Ivan Pozzoni - 05/02/2018 17:29:00 [ leggi altri commenti di Ivan Pozzoni » ]

Il tuo stile è molto interessante

 paola - 26/02/2012 03:33:00 [ leggi altri commenti di paola » ]

...questa poesia è autobiografica?....

 Peppino - 11/12/2010 17:31:00 [ leggi altri commenti di Peppino » ]

Grazie Lorena :* Loredana cara, ero finito in un imbuto e ci sto ancora. E la voglia di fare lo scemo m’era passata. Ora, invece, rieccola che mi guizza fra le braccia e cerca voi per queste irripetibili carezze. Ciao. Abbra(cadabra)cci : D

 Lorena Turri - 11/12/2010 09:13:00 [ leggi altri commenti di Lorena Turri » ]

Molto divertente!:-)

Ben tornato!

 Loredana Savelli - 11/12/2010 07:31:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

Simpaticissima...ma dov’eri finito?

 Peanutz - 10/12/2010 23:51:00 [ leggi altri commenti di Peanutz » ]

grazie! Fedelissimo e matto come me ; D

 Roberto Perrino - 10/12/2010 17:17:00 [ leggi altri commenti di Roberto Perrino » ]

Impeccabimente arguto! Ciao Peppenut!

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verrà data la possibilità all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignità dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sarà tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potrà essere anche negativo ma non dovrà entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno può sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sarà memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potrà essere messo a disposizione dell'autorità giudiziaria.