LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di Vincenzo Corsaro
Ho sognato questo mondo

- Se sei un utente registrato il tuo commento sarà subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sarà letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sarà inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo più veloce per commentare è quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, è possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, è possibile che tu abbia già impostato tale servizio: [ autenticati ]

Ho sognato di vivere in questo mondo,

di camminare fra strade lastricate di corpi impauriti

che guardavano le nere nubi del futuro incombere su di loro,

sentivano uragani di pensieri fra i sicomori

come ululati di lupi,

vedevano la società scendere dai monti come bruma

e avvolgerli fra le sue spire di serpente

mentre i loro corpi tremavano di paura

percossi dai fantasmi della mente.

 

Corpi senza più un cuore

perché non hanno saputo ascoltarlo.

Non è questa la realtà che volevo sognare.

 

Soffierò nei loro cuori il respiro dell'anima

e disperderò le loro paure,

nella coppa delle mie mani raccoglierò le loro lacrime

e le trasformerò in gocce di rugiada,

cospargerò di silenzi i loro pensieri

e placherò l'orda dei lupi,

 

farò sorgere mille soli di speranza e disperderò la bruma,

insegnerò loro ad ascoltare il loro cuore,

a guardare dentro se stessi e non chimere,

donerò loro ali di fenice

perché riprendano a volare nei loro sogni.

 Vincenzo Corsaro - 04/11/2021 19:24:00 [ leggi altri commenti di Vincenzo Corsaro » ]

Mi verrebbe da dire che la lingua batte dove il dente duole e spero che prima o poi il famoso topo riesca a bucare la noce. Purtroppo non c’è solo gente cattiva, ma anche persone che hanno paura di manifestare i propri pensieri. Vi ringrazio di cuore, vi saluto affettuosamente e vi auguro una buona serata :)

 Salvatore Pizzo - 04/11/2021 02:08:00 [ leggi altri commenti di Salvatore Pizzo » ]

Visionario ed immaginifico sempre: si che, trasfigurando la realtà, non se ne riesca ad ottenerne immagine più fedele a quella che in mente e nel cuore si accende fiduciosa. E forse c’è la si farà. Soprattutto se ci sarà chi, della generosità, saprà farne arte:

"donerò loro ali di fenice

perché riprendano a volare nei loro sogni."

Un caro saluto e grazie con l’augurio per sogni felici.

 Graced - 02/11/2021 20:13:00 [ leggi altri commenti di Graced » ]

Certo che inizialmente è stato un brutto sogno che, per certi versi, si avvicina alla realtà che stiamo vivendo. Ma poiché la speranza e l’ultima a morire, si spera che tutto questo pessimismo si possa alleggerire. Versi bellissimi di grande speranza in questa tua incantevole lirica, rincuorano lo spirito, accendendo speranza in tutti noi che, crediamo in una società civile più corretta, meno urlata e, soprattutto meno aggressiva. Un caro saluto Vincenzo, Grazia.

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verrà data la possibilità all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignità dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sarà tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potrà essere anche negativo ma non dovrà entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno può sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sarà memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potrà essere messo a disposizione dell'autorità giudiziaria.