LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di Bowil da Wilobi
Ah ������������������ l������������������amore

- Se sei un utente registrato il tuo commento sar subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sar letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sar inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo pi veloce per commentare quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, possibile che tu abbia gi impostato tale servizio: [ autenticati ]

 

Macché ” divide et impera”

dividi il pane
e l'impero
sarà sereno.

 

Nell'amore
ti si spezza il cuore
vedere chi ha fame.
Ed inutile è girarsi
dalla parte opposta

l’amore t’insegue

nel tuo sentire.


Svincoliamoci
dallo svizziamento becero
egoista e bieco.

 

Ché non c'è bisogno d'aiuto

- salvo frangenti certi -
mentre è tanto

il bisogno d'amore.
L’esigenza di beneficenza
umilia il derubato, solo
per altrui magnificenza.


E  smettiamola

di travisare l’amore libero

e di lustrare scarpe … Poi
quel qualcuno pretende

si sente in diritto

di toccare ad altri il culo.


Armiamoci
e ci sarà meno bisogno
... anche di vendersi.

 

 Bowil da Wilobi - 05/12/2022 19:14:00 [ leggi altri commenti di Bowil da Wilobi » ]

Sempre grazie per lattenzione caro Salvatore. Il dividere, per, non lo vedrei in parti uguali secondo i bisogni. Pare che i bisogni non restino mai stabili, ma si allarghino in proporzione ad un avere che cresce, pressoch cambiando genere. proprio il pane, la gente non deve pi aver fame, nella normalit, senza caritas o altre tass del genere. Chi vuole eccedere, deve poterlo fare, in una legalit che ancora, purtroppo, manca (es. il libero mercato deve essere tale, non divenirlo per monopolio o di strafolio monopolio di straforo; chi si spacca la schiena, i polmoni che a 40 anni si fatto gi vecchio, deve guadagnare ci che merita, non immorale e briciolosa fetta). Interventi mirati, non prese in giro. Un caro saluto anche a te.

 Salvatore Pizzo - 05/12/2022 02:32:00 [ leggi altri commenti di Salvatore Pizzo » ]


"Macch divide et impera

dividi il pane
e l’impero
sar sereno."

un auspicio, quindi: se il potere dividesse la ricchezza in parti uguali, a ciascuno secondo i suoi bisogni, invece di dividere le persone per metterle l’una contro l’altra, negando a tanti, per dare a pochi, "l’impero sar sereno".
Pi che condivisibile si, anzi molto apprezzata la quartina, come anche tutto il resto.
Un caro saluto

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
 
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verr data la possibilit all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignit dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sar tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potr essere anche negativo ma non dovr entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno pu sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sar memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potr essere messo a disposizione dell'autorit giudiziaria.