LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di Salvatore Pizzo
�� fola

- Se sei un utente registrato il tuo commento sar subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sar letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sar inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo pi veloce per commentare quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, possibile che tu abbia gi impostato tale servizio: [ autenticati ]

 

 

È fola che la natura sia buona

e l'essere umano cattivo. A desco

si hanno i quattro cavalieri dismessi.

Qual nesso possa esister, tra tal fatta

d'ospiti bizzarri, non sarà certo

un disquisirne ad animar convivio:

a tavola, l'uno seduto accanto

all'altro, si tacciono spunti e offese.

Ci sta la morte impudica assisa ad est;

ai quattro canti presiede la peste;

la guerra gigioneggia punto e a capo;

campeggia carestia a centro tavola;

si brinda col sangue e a ovest ci si blinda...

È fola che la natura sia buona:

in questo universo che sa di zolfo

pure le anatre han da essere cattive!

Vedi femmine stuprate da maschi 

che, Infoiati, voglion sopravvivere 

germani reali accecati, al punto

da sacrificare nidiata che, trascurata,

pigola esposta ad ogni pericolo

 Salvatore Pizzo - 02/06/2022 01:34:00 [ leggi altri commenti di Salvatore Pizzo » ]

X Annalisa:
Temo che non baster la nostra vita per trovare una risposta. O, meglio: sappiamo la risposta, per la ricaccismo nell’abisso della coscienza. Troppo doloroso doverne prendere consapevolezza. E Abbiamo ancora molta strada da fare.
Grazie di cuore con anche a te un abbraccio poetico

 Salvatore Pizzo - 02/06/2022 01:24:00 [ leggi altri commenti di Salvatore Pizzo » ]

X Vincenzo:
... e speriamo che non arrivi pure ad abbronzarci atomicamente: la stupidit umana pari solo alla sua avidit.
Grazie di cuore con un augurio per una notte serena.

 Salvatore Pizzo - 02/06/2022 01:21:00 [ leggi altri commenti di Salvatore Pizzo » ]

X Bowil:
Non so se sia tutta colpa del fuoco che si lasciato spegnere. Ma so per certo che, un altro fuoco, covava sotto la cenere.
Grazie di cuore gentilissimo.
Ciao

 Annalisa Scialpi - 01/06/2022 10:03:00 [ leggi altri commenti di Annalisa Scialpi » ]




Questa tua poesia mi fa pensare ad un mio viaggio,

nella mia amata e terribile citt (mia perch eletta

dalla mia anima), dove ho visto gabbiani uccidere e

mangiarsi colombi e poi tanto, tanto altro...

Mi sono posta lo stessa dilemma sulla natura umana e sulla

natura, in genere, ma poi l’ho affidato al fiume. Il fiume

giallo oro che mi ha risposto, solo, col suo scorrere. Chiss,

magari i rododendri sanno... Un abbraccio poetico

 Vincenzo Corsaro - 31/05/2022 12:09:00 [ leggi altri commenti di Vincenzo Corsaro » ]

cos, ormai ci che sta succedendo in Ucraina condiziona la nostra vita quotidiana, in tutti i sensi e gli orrori che l si perpetuano fanno male alla nostra sensibilit d’animo che silente grida "basta"! Ben scritto Salvatore, una serena giornata :)

 Bowil da Wilobi - 28/05/2022 08:55:00 [ leggi altri commenti di Bowil da Wilobi » ]

Esatto, tutta colpa del fuoco che si spento e gli amici pi non possono radunarsi intorno al camino; fosse rimasto acceso, indaffarati a raccontarcele, non ci sarebbe spazio per la guerra, i suoi annessi e, mai rimossi, vizi. Grazie, ciao.

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
 
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verr data la possibilit all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignit dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sar tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potr essere anche negativo ma non dovr entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno pu sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sar memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potr essere messo a disposizione dell'autorit giudiziaria.