:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
🖋 Premio Il Giardino di Babuk - Proust en Italie - VIII edizione 2022
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Poesia della settimana

Questa poesia è proposta dal 27/08/2012 12:00:00
Pagina aperta 1874 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sun Jul 3 00:06:00 UTC+0200 2022

(sulla strada di Montereggio) - inedito

di Massimo Caccia (Biografia/notizie)

« indietro | versione per la stampa | invia ad un amico »
Invita un utente registrato a leggere la poesia della settimana »
# 2 commenti a questo testo: Leggi | Commenta questo testo »


Nel silenzioso pioppeto scorre a scuotere
una sottile bava di vento le verdi
allungate chiome contro il turchino puntate:
lontano, oscure nubi ancora minacciano

lasciando borbottare ormai flebili tuoni
tra deboli repentine vampate di luce.
Nel mentre, tra gl’improvvisi squarci,
algidi monti serrano l’afoso orizzonte.

Fruscii, sparuti richiami tra l’umidore
odoroso dei campi di meliga turbano la stanca
quiete che avvolge questo pigro mattino
da vapori di rugiada intriso, così lungo

come calda e lunga sarà la giornata
che, immerso nella sonnolenta penombra d’un orto,
m’appresto a trascorrere: assorto nei miei
diuturni pensieri, invoco l’eternità.



# 2 commenti a questo testo: Leggi | Commenta questo testo »