Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019)
PUBBLICATA LA CLASSIFICA FINALE | e-book del Premio | Interviste ai vincitori
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 949 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu Apr 11 22:54:42 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Il poeta sbandò’

di Carmelo Pirrera
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 4 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 24/05/2012 16:25:41

Autocarro e rimorchio, gomme lisce
ansimante in salita, già provato
da strade impervie,
il poeta sbandò: così si disse.

Occhi verdi: via libera. Corse
si sentì uccello
ricordò i vent'anni.

Occhi d'alga
sorriso di perle
e mare,
mare che si solleva col suo petto
promessa di una nuova giovinezza
strada felice ancora da percorrere.

   - Donne e motori...- dissero.
     Sbandò.

Sbandò. Non vide ponti né dirupi
garde rail di prudenza, avvertimenti:
Strada pericolosa
ogni curva nasconde una chimera.

Il cuore è pazzo, accelera e poi cede.

Il poeta sbandò, fu proprio il cuore
a lasciarlo, tradendolo ad un bivio:
banchi di nebbia,
procedere più lenti. La corsia
è quella preferita dalla morte. 
Si precipita in folle, senza freni.

   Occhi verdi:via libera. L'amore
   questa stradina stretta
   che non c'è sulle carte
   un nessun-luogo.

Il poeta sbandò
ruppe felice l'argine ed il limite
della velocità: si trovò solo
                     - il cuore rotto
senza alcuna luce.

Occhi verdi: via libera. L'amore
questa strada smarrita
esiste ancora
la cerchiamo sbandando
anche se non v'è traccia sulle carte,
per trovarla una sera, quando è tardi.




« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 4 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Carmelo Pirrera, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Proustiana (Pubblicato il 12/07/2013 10:42:19 - visite: 827) »

:: Senza titolo (Pubblicato il 12/03/2013 16:47:20 - visite: 978) »

:: Hiksos (Pubblicato il 04/02/2013 16:37:12 - visite: 948) »

:: Il giorno dopo la fine del mondo (Pubblicato il 17/12/2012 12:04:52 - visite: 969) »

:: Sonetto di novembre (Pubblicato il 03/12/2012 21:17:32 - visite: 1074) »

:: Sonetto di novembre (Pubblicato il 03/12/2012 21:08:17 - visite: 683) »

:: Il rosa non è un colore (Pubblicato il 23/11/2012 09:36:22 - visite: 1705) »

:: Another dream (Pubblicato il 13/03/2012 17:56:03 - visite: 1042) »

:: Matrioska (Pubblicato il 04/03/2012 17:04:29 - visite: 1201) »

:: La caduta dell’angelo (Pubblicato il 07/01/2011 12:05:35 - visite: 1014) »