Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019)
PUBBLICATA LA CLASSIFICA FINALE | e-book del Premio | Interviste ai vincitori
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

tre poesie di Jorge Arbeleche

di Jorge Arbeleche 

Proposta di Loredana Savelli »

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 27/06/2012 08:16:45

Tatuaggio

Come se il vento soffiasse controfreccia
- pur non sapendo la giusta direzione -
come se il vento fosse strappato
come se nell'aria volassero su linee parallele
- e contrarie -
le radici i rami le rocce i ricordi
un cavallo leggero come un pesce
un uccello appesantito dal petrolio
come se nulla obbedisse a niente e a nessuno
e tutto fosse non più che un vortice un uragano
che all'improvviso inciampi arrampichi divori,
così
il dolore
come un tatuaggio
livella
trascina
il sangue esiliato.

(Un altro mare albeggia verso oriente
dietro le parole).


***

La parola

L'ultima espressione dell'amore
è l'oblio.

Il fine della parola
è il silenzio.


***


Equazione

Ti sento in me
come nel volo
l'aria
come nel fuoco
il volo
come nella roccia
il fuoco
come nel mare
la roccia
ti sento in me
come l'ape quando indora
col suo ronzio
la siesta dell'estate
come nella palpitante polpa del pomodoro
il rosso
come se nella carezza scoprissi
la tua pelle
dalla parte interna
ti sento in me
nella perfetta equazione
del pino con la sera
quando sale la musica nascosta
dall'antica radice fino al ramo spalancato


(a cura di Alessio Brandolini e Martha Canfield, "40 poesie", LietoColle, 2009)

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Loredana Savelli, nella sezione Proposta_Poesia, ha pubblicato anche:

:: Due poesie di Gianfranco Palmery , di Gianfranco Palmery (Pubblicato il 27/06/2018 09:17:54 - visite: 462) »

:: da “A tutta voce” , di Vladímir Vladímirovič Majakovskij (Pubblicato il 11/06/2018 14:28:55 - visite: 609) »

:: La casa è disordinata , di Jorge Meretta (Pubblicato il 24/03/2018 13:43:05 - visite: 853) »

:: Alda Merini , di Alda Merini (Pubblicato il 27/02/2018 09:06:26 - visite: 831) »

:: Molti pensano , di Bertolt Brecht (Pubblicato il 18/02/2018 11:23:13 - visite: 950) »

:: Questa felicità , di Mario Luzi (Pubblicato il 02/02/2018 11:34:33 - visite: 1053) »

:: La farfalla , di Pavel Friedman (Pubblicato il 28/01/2018 21:03:18 - visite: 1295) »

:: Popolo , di Rami Saari (Pubblicato il 18/01/2018 21:19:12 - visite: 564) »

:: Visitando necropoli con donne , di Italo Calvino (Pubblicato il 06/01/2018 16:10:47 - visite: 602) »

:: Una poesia di Mario Santagostino , di Mario Santagostino (Pubblicato il 30/12/2017 17:26:13 - visite: 614) »