Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia Arte e Scienza: quale rapporto? (invia il tuo contributo entro il 15 gennaio 2020) Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1632 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon Nov 11 19:18:42 UTC+0100 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Omaggio a Ragusa -Dubrovnik

di Maura Potì
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 24/04/2009 14:44:40

Le alte mura di pietra bianca
proteggono il tuo geloso silenzio
mentre le pagine del mio libro
si arricchiscono di nuove rime.
Sussurri di innamorati pudici
aggiungono nuove parole
all’eco solenne dei tuoi martiri,
blandendo le rocciose pendici.
Passanti in punta di piedi,
tra gli spalti dei torrioni,
raccolgono il vivace brusio
della placa marmorea e assolata,
riempiendo di umori
cestini e panieri.
Una piega del viso si stira
svelando il sorriso sereno
di un vecchio croato
che vende al mercato
bottoni e spille d’argento.
Un concerto d’archi e violini
leva in alto una sinfonia in adagio,
e lambendo le cime dei colli
raggiunge dal mare San Biagio.
E dalla torre più alta
una scheggia di cielo
riflette sul marmo
il messaggio del giorno che passa.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Maura Potì, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Maura Potì, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Asfalto e nebbia (Pubblicato il 18/12/2013 14:12:32 - visite: 1129) »

:: L’ago della bilancia (Pubblicato il 18/12/2013 13:46:15 - visite: 1035) »

:: Petruska (Pubblicato il 06/12/2013 16:48:48 - visite: 1209) »

:: Rondini (Pubblicato il 04/12/2013 14:21:16 - visite: 983) »

:: Rebetiko (Pubblicato il 04/12/2013 12:18:34 - visite: 1114) »

:: Un altare (Pubblicato il 02/12/2013 19:00:13 - visite: 901) »

:: Va’ dove ti porta il cuore (Pubblicato il 12/11/2013 12:44:51 - visite: 1078) »

:: Delirio nichilista (Pubblicato il 06/11/2013 18:28:36 - visite: 1437) »

:: Tutti nella tana (Pubblicato il 10/07/2013 14:28:07 - visite: 994) »

:: Autolesionismo (Pubblicato il 09/07/2013 17:35:14 - visite: 1601) »