Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Una notte magica [ Magie e cunicoli spaziotemporali ], Aa. Vv.
Presentazione il 22 settembre 2019, ore 17 presso il Villaggio Cultura – Pentatonic
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1032 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sun Aug 18 11:37:23 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Le ragazze come noi

di Adielle
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 03/08/2013 14:50:55

Le ragazze come noi hanno le mani fuse ai polsi

 

saldate le caviglie per tallonare i convogli

 

che attraversano le nostre terre portandosi via

 

un po' di sassi e di erba fresca medicinale 

 

per curare la tosse ed altri mali di stagione 

 

come l'ubriachezza molesta buona per chi soffre d'insonnia

 

e non vuol tornare a casa prima di aver contratto debiti con l'Alba.

 

Le ragazze come noi non si fanno rapire da parole vanitose

 

abbiamo occhi da far girar la testa a chi si mette in mostra

 

non vediamo l'ora di far pace coi nostri genitori prima che muoiano

 

smantelliamo cosmi a colazione non ingeriamo cibi solidi

 

se non con un certo mal celato dolore

 

dobbiamo mantenere la pelle pura per i tatuaggi

 

reticenti ai baci mai sedotte dai bicipiti raramente cediamo alla passione

 

ma quando accade ardono fuochi che è arduo estinguere

 

perchè le ragazze come noi sanno cos'è l'amore

 

ne parliamo sempre senza mentirci

 

e diamo sfoggio di erudizione in materia d'uomini e di donne

 

ci confessiamo le voglie più segrete col sorriso sulle labbra

 

dopo un apprendistato lungo quanto il velo di una prima adolescenza

 

passiamo alla pratica senza mezzi termini.

 

Le ragazze come noi ballano ai concerti dopo aver bevuto intrugli

 

abbiamo le nostre canzoni preferite che cantiamo meglio

 

sotto la doccia quando siamo nude senza l'intoppo dei vestiti

 

e con il favore dell'acqua

 

leggiamo libri che qualcuno di cui ci fidiamo ci consiglia

 

ma prendiamo anche l'iniziativa e ci piace seminare il panico

 

nelle librerie di periferia dove l'odore della carta si fa afrodisiaco

 

ci concediamo un cinema ogni tanto ma preferiamo accocolarci

 

sul divano coi nostri amici animali a gustarci un vecchio film 

 

scaricato da internet.

 

Le ragazze come noi lavorano sodo e non si fanno mettere i piedi in testa

 

e se non lavorano amen e basta

 

convivono in piccoli appartamenti si mangiano le unghie fanno tardi la sera

 

si prendone certe sbornie da contrabbandiere allegre o nostalgiche

 

si interessano dei fatti del mondo con un attivismo carnale

 

che in un attimo puo' trasformarsi in clausura e voglia di solitudine.

 

Le ragazze come noi hanno paura dei propri sogni

 

e se le stelle sono troppo lontane si abbassano a guardare nelle vetrine

 

con superbo distacco ma quel ch'è bello è bello foss'anche un vestito

 

o un paio di scarpe

 

si tagliano i capelli in modo che si capisca che sono state ferite 

 

e vogliono dare una svolta

 

l'indipendenza è una caratteristica di razza.

 

Le ragazze come noi sempre sul bordo ogni tanto

 

guardano in alto e giocano con le nuvole, sempre di passaggio.

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Adielle, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia pe la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Adielle, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Idropatici (Pubblicato il 15/08/2019 04:26:09 - visite: 20) »

:: Genesi di un vuoto incolmabile (Pubblicato il 02/08/2019 04:53:20 - visite: 43) »

:: Prospettiva N (Pubblicato il 01/08/2019 02:06:14 - visite: 45) »

:: La condivisione di una felicità irresistibile (Pubblicato il 24/07/2019 07:10:24 - visite: 63) »

:: La bestia dei sogni (Pubblicato il 22/07/2019 00:38:03 - visite: 60) »

:: Di necessità statuto (Pubblicato il 22/07/2019 00:18:45 - visite: 48) »

:: L’origine della simmetria (Pubblicato il 20/07/2019 02:37:38 - visite: 57) »

:: Lo stalker non può entrare nella stanza (Pubblicato il 17/07/2019 00:36:44 - visite: 54) »

:: Musetto (Pubblicato il 13/07/2019 01:28:24 - visite: 51) »

:: La falange armata (Pubblicato il 10/07/2019 03:45:32 - visite: 60) »