Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019) | PARTECIPA
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Pensieri
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 185 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat Sep 15 04:51:15 UTC+0200 2018
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Fuga dei pensieri

di Adielle
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i pensieri dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 4 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 26/02/2018 03:08:37

 

 

Sprofondo nel ruolo al vostro cospetto

la perfetta parte per un povero cristo

mi sentite il pensiero a chilometri di distanza

quello che ciò comporti sono disposto a calcolare

in stati di grazia e di follia

ma se mi voglio salvare devo pensare che i miei pensieri

siano affar mio.

La schizofrenia...fosse un gioco di squadra?

Oh complotto, complotto delle mie brame

a chi chiederò perdono domani per aver infranto la barriera con lame

del suono al mattino?

Chi pregare per un giudizio clemente?

Il vicino con lo scroscio dell' acqua a comando o un essere supremo?

Il respiro del mio cane mi porta consiglio.

Sono attacchi che ancora non sfociano in panico

staremo a vedere per sbaglio

trascorsi da un corallo di brividi

sul ciglio ansante dell' esserci

vivendo la vita per attimi.

Posso sentire cose che gli altri non possono sentire?

E il reale mi appare dedicatomi, atomi su atomi

processione di controfigure proiettate contro pareti

che altrimenti andrebbero immacolate

della mente da mondare

acqua di fonte, ossigeno spaziale.

Quando tutto torna normale e per quanto tempo?

Mi sento meglio, ho scritto brutto, mi sta venendo sonno

forse riuscirò a dormire.

Com' è possibile che la mente  prepari un colpo del genere?


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 4 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Adielle, nella sezione Pensieri, ha pubblicato anche:

:: Dolce dormire (Pubblicato il 13/06/2017 02:05:01 - visite: 257) »

:: Evasione dagli atomi (psichiatrico) (Pubblicato il 21/04/2017 01:05:44 - visite: 235) »

:: Le voci (Pubblicato il 03/02/2017 18:04:30 - visite: 440) »

:: Un volume immenso di dati (Pubblicato il 03/02/2017 04:14:46 - visite: 364) »

:: Scenario possibile (Pubblicato il 03/02/2017 03:31:34 - visite: 298) »

:: Appuntamenti decisivi per somme parziali (Pubblicato il 03/01/2017 01:30:36 - visite: 279) »

:: Come imbattersi non sia un caso (Pubblicato il 27/12/2016 01:48:47 - visite: 288) »

:: testimoni oculari (Pubblicato il 16/11/2016 02:34:24 - visite: 374) »

:: Per ogni volta (Pubblicato il 17/09/2016 03:55:12 - visite: 403) »

:: Nelle stagioni (Pubblicato il 02/09/2016 03:03:14 - visite: 302) »