Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANTOLOGIA PROUSTIANA 2019: UNA NOTTE MAGICA | partecipa
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie"
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 990 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Wed Apr 24 10:59:49 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Melanconia

di Paolo Melandri
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 21/10/2013 20:10:30

 

Melanconia

 

Madre di greve sangue, i’ arcipigro

gravame della terra, voglio dire

che cosa sono, e quali i miei poteri.

La bile nera io sono, come un tempo

si diceva in latino, e nei parlari

ed ora si ripete sulla terra:

nessuno, sai, nessuno mi conosce.

So scriver versi buoni, con l’aiuto

della follia, come quelli dell’uomo

che làsciasi guidar dal saggio Febo,

il padre d’ogni arte. E solo temo

che intorno a me si generi il sospetto,

sì, come se volessi perlustrare,

scrutare fisso spiriti infernali,

così ch’io annunci pria che venga il tempo

quello che ancor non è. Intanto sono

una poetessa e mia caduta canto

e canto quel ch’io sono e che non sono.

E questa fama vien da nobil sangue,

da spirito celeste, se esso aleggi

su me. Accendo allora gli umani cuori

come s’io fossi un dio, ed essi certo

vanno fuori di sé, cercando vie

più che mondane. Se qualcuno ha visto,

se mai qualcuno ha visto qualche cosa

per mano di Sibille e Pitonesse,

ciò avvenne grazie a me, grazie a me sola.

 

 

 

 

 

Paolo Melandri

21 ottobre 2013

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Paolo Melandri, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia pe la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Paolo Melandri, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Ultimo saluto agli astronauti (Pubblicato il 23/06/2019 00:35:50 - visite: 24) »

:: Toni smorzati (Pubblicato il 18/06/2019 21:07:32 - visite: 27) »

:: Equisetum (Pubblicato il 16/06/2019 13:25:49 - visite: 30) »

:: Dopo la Vendemmia (Pubblicato il 15/06/2019 13:01:03 - visite: 38) »

:: Nelle ore mattutine addensamenti locali di nebbia (Pubblicato il 14/06/2019 23:56:48 - visite: 26) »

:: Biforcazioni (Pubblicato il 14/06/2019 12:13:12 - visite: 26) »

:: Domande ai cosmologi (Pubblicato il 13/06/2019 13:26:24 - visite: 18) »

:: Sotto la pelle (Pubblicato il 09/06/2019 23:39:00 - visite: 21) »

:: Ti insegno a percepire il dolce incanto (Pubblicato il 09/06/2019 14:07:56 - visite: 21) »

:: Il tuo incanto sbocciò tra voli azzurri (Pubblicato il 25/05/2019 22:48:17 - visite: 58) »