Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019)
PUBBLICATA LA CLASSIFICA FINALE | e-book del Premio | Interviste ai vincitori
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1125 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu Apr 18 07:47:43 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Gemme

di Antonio Spagnuolo
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 14 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 29/12/2013 17:25:56

“GEMME”

Contro ogni spazio, contro tenerezze

corre il pensiero della solitudine:

l’inerme congegno è un velato dirupo

che gioca negli abbagli, ed accarezza

un sospetto infinito, nell’attimo

per frivola commedia.

E le parole gettate in lontananze,

inermi strategie degli abbagli.

Vedemmo il cobalto nel fondo degli abissi,

e coriandoli in fila di lampare,

aspettando ritorni nel candore

che incastra le architravi

e sconvolge silenzi.

Lento il rumore dei passi oggi riporta

qui sulla riva l’unico addio che demmo

alle ingenue rinunce,

alle terribili, identiche parole giornaliere

che in vertigini eguali

hanno il colore delle gemme.

 

**

Antonio Spagnuolo


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 14 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Antonio Spagnuolo, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Misteriosa la notte (Pubblicato il 08/02/2014 17:13:29 - visite: 909) »

:: Ade (Pubblicato il 07/01/2014 09:15:05 - visite: 841) »