Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019) | PARTECIPA
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Pensieri
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 76 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon Dec 17 11:20:26 UTC+0100 2018
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Bisogna leggerlo più volte e solo allora...

di Roberto Maggiani
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i pensieri dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 02/11/2018 18:30:21

 

 

Su Yawp una lettura di Iuri Lombardi del mio Angoli interni. Grazie.

 

"Il mondo poetico di Roberto Maggiani non è facile da comprendere, almeno per quanto concerne una prima lettura. Bisogna leggerlo più volte e solo allora, in un secondo terzo tempo, uno riesce a comprenderne la grandezza, la forza di un contenuto e di una espressione che vanno al di là di ogni possibile fruizione. E vanno al di là per una serie di aspetti, importanti e marginali, a partire dallo stile in cui il Maggiani elabora la materia. Se infatti da un lato lo stile si distacca dalla tradizione “del bel verso all’italiana”, cioè non usando la metrica tradizionale ma il verso libero, dall’altra si fa promotore di una certa tendenza tipica di un periodo della poesia: l’uso costante del poemetto."
Continua la lettura: 
www.letterefilosofia.com/angoli-interni-poesie-edit…/

  

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Roberto Maggiani, nella sezione Pensieri, ha pubblicato anche:

:: Qui nella possibile apertura delle infinite durate... (Pubblicato il 01/11/2018 21:34:41 - visite: 31) »

:: Indagine Angoli interni (Pubblicato il 21/09/2018 21:01:57 - visite: 73) »

:: Giorgio Linguaglossa su Angoli interni (Pubblicato il 21/07/2018 12:46:18 - visite: 110) »

:: Anna Maria Curci su Angoli interni (Pubblicato il 20/07/2018 19:26:49 - visite: 103) »

:: Molte poesie sono prive di questa capacità (Pubblicato il 31/12/2016 16:25:23 - visite: 714) »

:: L’amore positivo della vita (Pubblicato il 13/11/2016 11:59:10 - visite: 531) »

:: Ad maiora (Pubblicato il 30/10/2016 10:27:36 - visite: 443) »

:: Poesia e scienza, una relazione necessaria? (Pubblicato il 06/06/2016 20:07:17 - visite: 557) »

:: mi sfianca (Pubblicato il 14/05/2016 19:38:08 - visite: 456) »

:: La mia festa della mamma (Pubblicato il 08/05/2016 12:20:10 - visite: 470) »