Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia Arte e Scienza: quale rapporto? (invia il tuo contributo entro il 15 gennaio 2020) Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 980 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Tue Jan 14 03:48:55 UTC+0100 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Eclissi di Terra

di Adielle
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 27/04/2014 12:15:35

Non scrive più l'angelo ossuto del mio sterno in fiore

non scrive più costola mia parole succhi di parole

spremuta di giunchi verde rame dei tuoi capelli riverberi di fiume

al sole che non conclude la corsa ansante dei raggi brilli

sul seno fornace scottate le mani lunghe languide caparbie 

stoppe per barlumi raggere innestate su fremiti a misurare capezzali dai cuscini

inginacchiatoi capestri per capezzoli balconi chiodi fori muri

un nonnulla di bisbigli su caviglie sottili preghiere di lino

piegate sulle schiene di sedie paralizzate dallo schianto nella stanza del mattino

batte un colpo per saziare il fiato con quanto ancora è vivo in lei

scroscia maniacale la richiesta d'aiuo dalla punta dell'arto ferito e contratto

ricostruzioni fameliche di un ferino abbandono al letargo indurito dei sensi

addio amore mio ai quattro venti

fossero cento mille un milione un miliardo fuor dai cataloghi della modernità

sempre in brani ti farebbero specchietti per le allodole

concime per le nostre terre

pastura per i pascoli dell'aldilà tempo che fugge e ciò che rimane

tracce non più sedotte dalla mappa del cammino

segnali di estasi dovunque macchie di luna di te

comete apici cosmici di giorni qualunque

gioia che afferri distratta da un piccolo petalo ignaro di sè di se

ti neghi alla luce luce dei miei occhi chi ti brandisce bandiera bastarda di patria?

basandoti tenebrosamente negli abissi di un'eclissi di Terra

velata stella pantomima del redentore flora fauna amante sorella

circonvoluzione dell'inquirente misura atomica della galassia

non volevo ucciderti ti prego perdonami

é che le cose viste dalla Luna deflagrano nell'orbita della tua assenza

una per una ad anni luce di distanza

e non ne potevo più che ridessi di me

bocca da chiudere con la mia bocca sanguinaria da baciare l'addio.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Adielle, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Adielle, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Mentre il fiume (Pubblicato il 22/01/2020 01:40:30 - visite: 13) »

:: Cosa vuoi che ti dica? (Pubblicato il 20/01/2020 00:45:57 - visite: 34) »

:: Talamo (Pubblicato il 18/01/2020 02:26:19 - visite: 32) »

:: Nottetempo (Pubblicato il 17/01/2020 00:48:10 - visite: 41) »

:: Fuori schema (Pubblicato il 09/01/2020 03:07:41 - visite: 53) »

:: Cara la pelle (Pubblicato il 04/01/2020 03:10:47 - visite: 50) »

:: Dalla materia sbagliata (Pubblicato il 03/01/2020 02:16:06 - visite: 46) »

:: L’oblio ne ha facoltà (Pubblicato il 02/01/2020 03:01:05 - visite: 46) »

:: Oltre la soglia (Pubblicato il 23/12/2019 02:12:30 - visite: 58) »

:: Ho fattezze (Pubblicato il 19/12/2019 01:51:10 - visite: 85) »