Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - IV edizione (2018)
Leggi il bando di concorso | Raccolta Fondi
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Proposta_Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 217 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Tue Oct 17 21:47:03 UTC+0200 2017
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Il cantico delle creature

di San Francesco 

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 20/05/2017 22:39:15

Altissimu, onnipotente, bon Signore,

tue so' le laude, la gloria

e l’honore et onne benedictione.

Ad te solo, Altissimo, se konfano,

et nullu homo ène dignu te mentovare.

 

Laudato sie, mi' Signore,

cum tucte le tue creature,

spetialmente messor lo frate sole,

lo qual è iorno, et allumini noi per lui.

Et ellu è bellu e radiante cum grande splendore,

de te, Altissimo, porta significatione.

 

Laudato si', mi' Signore,

per sora luna e le stelle;

in celu l’ài formate clarite

et pretiose et belle.

 

Laudato si', mi' Signore,

per frate vento

et per aere et nubilo

et sereno et onne tempo,

per lo quale a le tue creature

dai sustentamento.

 

Laudato si', mi' Signore,

per sora aqua,

la quale è multo utile

et humile et pretiosa et casta.

 

Laudato si', mi' Signore,

per frate focu,

per lo quale ennallumini la nocte;

ed ello è bello et iocundo

et robustoso et forte.

 

Laudato si', mi' Signore,

per sora nostra matre terra,

la quale ne sustenta et governa,

et produce diversi fructi

con coloriti flori et herba.

 

Laudato si', mi' Signore,

per quelli ke perdonano per lo tuo amore,

et sostengono infirmitate et tribulatione.

Beati quelli ke 'l sosterrano in pace,

ka da te, Altissimo, sirano incoronati.

 

Laudato si', mi' Signore,

per sora nostra morte corporale,

da la quale nullu homo vivente pò skappare;

guai a quelli ke morrano ne le peccata mortali,

beati quelli ke trovarà ne le tue sanctissime voluntati,

ka la morte secunda no 'l farrà male.

 

Laudate et benedicete mi' Signore,

et rengratiate et serviateli

cum grande humilitate.

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 15)

Gaetano Lo Castro, nella sezione Proposta_Poesia, ha pubblicato anche:

:: Vergine Madre , di Dante (Pubblicato il 05/09/2017 16:33:47 - visite: 122) »

:: Guarda la stella, invoca Maria , di San Bernardo (Pubblicato il 08/07/2017 00:54:49 - visite: 225) »

:: Dio , di San Bonaventura (Pubblicato il 18/04/2017 19:15:38 - visite: 149) »

:: Non piangere , di Sant’Agostino (Pubblicato il 22/02/2017 21:28:50 - visite: 290) »