Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia Arte e Scienza: quale rapporto? (invia il tuo contributo entro il 15 gennaio 2020) Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 503 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat Oct 12 19:07:05 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Un senso imperfetto

di Adielle
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 27/12/2015 06:48:56

Lo spirito di necessità che ci lega alla parola è venuto meno

possiamo scrivere quello che vogliamo?

Il freddo nella stanza l'hai portato tu da fuori

o c'è sempre stato

lì per accoglierti?

Non lo ricordi perchè tendi a rimuovere certe sostanze

dalla tua mente

all'apparenza innocue, attraverso meccanismi d'incoscienza

non ti preoccupare, sto parlando sempre di me

e non di te che gridi alla finestra.

Vedi è sempre roba di vento che porta via le cose

la sua competenza non si limita alle foglie.

Puoi vedere la forma delle cose attraverso la materia

come quando guardi il pianeta Terra dallo spazio e sei un astronauta

o fuma erba quel santone indiano ed esce dal suo corpo.

Perchè la meta che ti addestra è quella che non sai conoscere

anche dopo che l'hai raggiunta

e non smetti di porti le domande.

Lo spirito di competizione non dovrebbe mai spingere

il dovere di conoscersi oltre il punto di non ritorno

oltre i confini del cosmo, dove un uomo è uguale all'altro

e non un soggetto unico e irripetibile.

La vita di ognuno ha un valore altissimo

prima di estinguersi, di tornare all'uno, di confondersi col tutto.

Altrimenti verrebbero meno al tutto alcune delle sue parti

e bisognerebbe tornare da capo

a quando la vita aveva la stessa forma dappertutto

e non sapevi come chiamarla.

Il desiderio spasmodico di nascere

Lucifero che si ribella per distinguersi

da un nulla non identificato, con la forza delle sue ghiandole.

Poi la butti in caciara, altre due cazzate e ti sei qualificato.

Certo il mistero è grande e ci lascia perplessi

ma ogni nuova invenzione deve avere il tempo per le pratiche.

Testando il teletrasporto si ebbero incidenti con le persone in volo

ma da fermi non dava problemi.

E sarei lì in un attimo e non so chi sei

solo se tu fossi lei dovresti venire a salvarmi da quello che sono.

Altrimenti mi abbandono da me stesso

come un embrione che si sdoppia.

Ma stiamo parlando di fantascienza e non ci crede nessuno

nemmeno io; che non si dica in giro che credevo a quello che scrivevo

dopo che sarò morto è tutta fantasia

posso immaginare quello che voglio

e posso continuare a scrivere in eterno

è normale che per questo mi serva continuare a vivere

preferibilmente qualcosa di bello

ma normale che vuol dire

come te lo spieghi questo dilemma?

Puoi passare ad un' altra condizione che da questo lato non si vede

quanto può essere simile a quella che interpretiamo

quando non la vediamo?

Quanto lontana?

La possibilità che abbia ancora le dita o una matita

mi sembre abbastanza distante, d'altra parte.

Giovanna D'Arco sul rogo fu uno spettacolo mai visto

per il cuore che non le bruciava

rimase intatto.

Puoi credere che è vero, puoi credere che è falso

in maniera dinamica

ma a certe porte devi mettere sempre i cardini

se vuoi sperare che si aprano.

Sai quando t' accadono quelle cose mentre le stai pensando?

O parli di una canzone e la passano alla radio?

Quella è una lezione sul tempo che sprechiamo

perchè un giorno tutto accadrà in un attimo.

E' lontano il Giudizio Universale

lo spettacolo non è ancora pronto

e non sappiamo recitare le nostre parti.

E' degna di nota ogni prova che preceda la prima

nonostante le critiche.

A volte si ripete ciò che continua e la vita continua

fino a prova contraria.

 

 

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Adielle, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia pe la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Adielle, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Tu mi accusi (Pubblicato il 15/10/2019 00:50:42 - visite: 13) »

:: A nostra insaputa (Pubblicato il 06/10/2019 06:05:27 - visite: 43) »

:: Un incontro casuale (Pubblicato il 30/09/2019 01:33:04 - visite: 41) »

:: Una strategia claudicante (Pubblicato il 27/09/2019 03:12:04 - visite: 38) »

:: Vele d’altura (Pubblicato il 14/09/2019 01:51:47 - visite: 48) »

:: Un passaggio di stato (Pubblicato il 14/09/2019 01:34:25 - visite: 45) »

:: La fine di ogni principio (Pubblicato il 14/09/2019 01:20:54 - visite: 46) »

:: Chirù (Pubblicato il 13/09/2019 01:20:05 - visite: 63) »

:: Vita di coppia (Pubblicato il 04/09/2019 16:08:39 - visite: 79) »

:: Silenzi (Pubblicato il 27/08/2019 15:51:05 - visite: 63) »