Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019) | PARTECIPA
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Aforismi
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 40 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu Dec 13 21:12:11 UTC+0100 2018
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Insegnare l’amore e il rispetto

di Giulia Bellucci
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti gli aforismi dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 3 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 25/11/2018 16:37:19

Non abbiamo più influenza sul passato, 

irrimediabilmente andato

e che grava come un fardello sulle spalle,

ma possiamo gettare le basi 

d’un futuro diverso.

 

Se ciascun padre e ciascuna madre

insegnasse ai propri figli 

che l’amore è uno scambio,

un dare e ricevere

che non si può pretendere, 

che non si estorce,

e l’altro va rispettato,

 

se ciascun padre e ciascuna madre

insegnasse alle proprie figlie

a non accettare mai ricatti morali,

a fuggire via al primo segnale,

che sono degne di rispetto

sempre, senza se e senza ma,

 

allora avremmo già gettato le basi

per un futuro sgombro dagli orrori.

 

Quando tutta l’umanità avrà finalmente

imparato che non esiste una scala

di gerarchie su cui collocare 

la dignità degli esseri umani,

qualunque essere umano,

allora saremo davvero liberi.

 


# 3 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Giulia Bellucci, nella sezione Aforismi, ha pubblicato anche:

:: Il fulcro dell’universo (Pubblicato il 16/01/2018 08:54:59 - visite: 191) »

:: Sulla natura umana (Pubblicato il 06/01/2018 07:35:54 - visite: 161) »

:: Umiltà e auto consapevolezza (Pubblicato il 05/01/2018 09:25:13 - visite: 120) »

:: Senza ipocrisia (Pubblicato il 23/09/2017 14:18:25 - visite: 230) »

:: Tempi nuovi, istinti antichi (Pubblicato il 19/08/2017 08:03:12 - visite: 181) »

:: Aforisma sulla cultura (Pubblicato il 10/03/2017 08:01:25 - visite: 277) »

:: Comune errore nelle facili sentenze (Pubblicato il 01/03/2017 11:00:27 - visite: 213) »